Notiziario mensile del
Circolo Scacchistico Genovese L. Centurini
Numero 140 Settembre 2008 - Anno XIII
http://www.centurini.it

Sommario: Presolana, quarta norma per Flavio. Imperia: vittoria armena nel cinquantenario. I prossimi tornei al Centurini. Corrispondenza: Centurini difende il titolo. Ruta: l'ottava volta di Guido. Un gossip estivo, di Mauro Berni. Mollero vince il GP di luglio. Godena senza patemi al Novotel. Dario Vanni e il torneo minore di Milano (Berni). Calamandrana in festa. Faaker See Open. La semilampo di Sestri. Berni vince il GP di agosto.



FESTIVAL PRESOLANA: LA RIVINCITA DI TIVIAKOV.
QUARTA NORMA DI MAESTRO INTERNAZIONALE
PER FLAVIO GUIDO

Flavio Guido

L'anno scorso al Festival della Presolana l'olandese Tiviakov deluse ma quest'anno si è riscattato, vincendo la ventottesima edizione, che si è svolta dal 22 al 30 agosto al Palasport.

Ha concluso imbattuto con sette punti su nove, superando allo spareggio tecnico Matamoros e Burmakin. Bene ha fatto Flavio Guido che ha conseguito l'ennesima norma di maestro internazionale, confermando il suo buon momento e avvicinandosi alla fatidica quota 2400. Per la cronaca è la quarta norma. È terminato 21mo a 5,5 punti, con una performance di 2453. Si è misurato con quattro grandi maestri, realizzando un lusinghiero bilancio: una vittoria (Leon), due patte (Jaracz e Spassov) e una sconfitta (Horvath).
Circa 250 giocatori hanno dato vita alla manifestazione, in rappresentanza di 24 Federazioni e quattro continenti.

Fra gli altri liguri in gara, prova positiva del nostro maestro Dario Brun, che è terminato in crescendo a 5 punti battendo il MF Barlocco e pattando con i MI Piscopo e Lanzani. Bene anche Vincenzo Manfredi con 4,5 punti, che ha sfiorato la norma decisiva per il titolo di maestro. A 4,5 il savonese Marco Sbarra, a 4 Federico De Florio.

Marina Brunello

A margine del festival si è giocato il campionato italiano femminile. Marina Brunello si è aggiudicata il titolo, all'età di 14 anni. Decisivo l'incontro finale con la palermitana Maria Teresa Arnetta. Marina, che recentemente ha ottenuto una norma da MI, parteciperà alle prossime olimpiadi di Dresda e si conferma come una delle più belle promesse del nostro settore femminile.

A Castione si è disputato anche il campionato italiano under 20, che è andato ad appannaggio del MF trevigiano Daniyyl Dvirnyy (18 anni), secondo assoluto il bergamasco Valsecchi.

Sito ufficiale: http://www.scaccobratto.com/2008.shtml





FESTIVAL DI IMPERIA: 50 ANNI E LI PORTA BENE

Vittoria armena al festival
Di Paolo primo degli italiani

Il Grande Maestro armeno Karen Movsziszian, 45 anni, si è aggiudicato senza troppi patemi la cinquantesima edizione del Festival di Imperia, conclusasi domenica 7 settembre. Ha vinto le prime sette partite, terminando poi le ultime due con due patte. Distanziati di ben un punto e mezzo gli immediati inseguitori, fra cui il GM bulgaro Chatalbashev.

foto del vincitore Movsziszian
da http://www.imperiascacchi.altervista.org/

Nel gruppo a sei punti ben figura Raffaele Di Paolo, primo degli italiani.
In totale 185 i partecipanti a questo prestigioso torneo, che ha raggiunto il mezzo secolo di vita. Giocatori così suddivisi: 72 open a; 36 open b; 38 open c; 20 open d; 19 giovanile.
Il CM Antonino Faraci è stato premiato in sede finale per essere il veterano della manifestazione, con ben quarantotto partecipazioni. Durante la stessa cerimonia un rappresentante del Comune ha promesso per il prossimo anno l'uso del Palazzetto dello Sport per lo svolgimento del Festival, in luogo della palestra Maggi.

Sono state anche premiate le opere della mostra-concorso "Gli Scacchi e la Riviera", esposte nei giorni del torneo.

CLASSIFICA FINALE OPEN A

 1'   2-Movsziszian Karen        ARMGM  8.0   48.0                  2560 
 2'   1-Chatalbashev Boris       BULGM  6.5   48.5                  2596 
 3'   6-Sanchez Joseph           PHIIM  6.5   47.5                  2486 
 4'   3-Jirovsky Milos           CZEGM  6.5   46.0                  2492 
 5'  17-Biolek Richard Jr.       CZE-M  6.5   41.0                  2354 
 6'   8-Simacek Pavel            CZEIM  6.0   48.0                  2470 
 7'   4-Sulava Nenad             CROGM  6.0   47.0                  2492 
 8'  16-Mozny Milos              CZEIM  6.0   45.5                  2361 
 9'  12-Biolek Richard           CZEIM  6.0   44.5                  2434 
10'  10-Salvador Roland          PHIIM  6.0   43.5                  2443 
11'   7-Lazarev Vladimir         FRAGM  6.0   42.0                  2482 
12'  15-DI PAOLO Raffaele        GE FM  6.0   41.0                  2367 
13'   9-Dolezal Radoslav         CZEIM  6.0   39.5                  2445

seguono altri 59 giocatori



AUTUNNO DI SINFONIE SCACCHISTICHE AL CENTURINI

Sono giunto alla conclusione che non tutti gli artisti sono scacchisti,
ma che tutti gli scacchisti sono artisti.


Marcel Duchamp


Si prospetta un altro intenso periodo di attività scacchistica al Circolo Centurini.
Vediamo gli appuntamenti che ci attendono da qui alla fine dell'anno, oltre a quelli canonici, già messi in calendario, del Grand Prix e del torneo Keizer.

A OTTOBRE parte l'Open autunno 2008, le partite (sei turni di gioco) si svolgeranno a cadenza settimanale, ogni giovedì sera, a partire dalle ore 20. Naturalmente si tratta di un torneo omologato FSI-FIDE.

A DICEMBRE, una novità interessante: un torneo chiuso a inviti (15 forse 20) sulla distanza dei cinque turni di gioco.

A DICEMBRE la seconda edizione del Memorial Di Liberto, nei giorni 19-20-21 dicembre.





CAMPIONATO PER CORRISPONDENZA:
IL CENTURINI DIFENDE IL TITOLO

A febbraio 2009 inizierà l'XI campionato italiano per corrispondenza.
Il Centurini, già vincitrice delle ultime due edizioni, difenderà il titolo in una edizione in cui, per la prima volta, conteranno, secondo noi giustamente, non i punti individuali, ma i risultati degli incontri di squadra.
Renato Emanuelli, già capitano del team l'anno scorso, lavora per approntare al meglio la squadra. La novità quest'anno dovrebbe essere costituita dall'"acquisto", in luogo di Maurizio Sampieri, di Alberto Dosi. Giocatore di grande talento, si tratta di un Senior International Master, già vincitore del Campionato Italiano individuale, Elo 2595.
Confermati gli altri due componenti della squadra. Giuseppe Poli e Guido Bresadola.

La squadra vincente del IX campionato:
da sinistra Poli, Dell'Isola, Emanuelli; seduto Santoro




RUTA: FLAVIO GUIDO VINCE (E SONO OTTO!), SECONDO BRUN

Domenica 21 settembre, presso la Sala D'Annunzio dell'Hotel Portofino Kulm di Ruta si è disputato il torneo di scacchi semilampo 28° Memorial Giulio Ottolenghi, che ha visto vincitore Flavio Guido, fresco della quarta norma di maestro internazionale (!) appena ottenuta al torneo internazionale di Castione della Presolana.

Il podio di Ruta. Da sinistra: Ianniello (3°), Guido (1°) e Brun (2°)

Alla manifestazione, patrocinata dal Comune di Camogli, hanno partecipato 90 giocatori di cui 25 provenienti da Piemonte, Lombardia, Emilia, Toscana e Francia.

Come è stato proposto in sede di premiazione da Marcello Schiappacasse, presidente dell'associazione organizzatrice “Scacchi Ruta”, la competizione ambisce a diventare, secondo noi a ragion veduta, sin dalla prossima edizione valida come campionato regionale ligure semilampo. Una proposta che ci è parso abbia riscontrato l'attenzione e la disponibilità del presidente del CRLS, Ivaldo.

Quest'anno doppietta del Centurini. Oltre alla vittoria del MF Flavio Guido, che ha concluso imbattuto i nove turni di gioco con il punteggio di 8 punti, aggiudicandosi per l'ottava volta la Coppa Giulio Ottolenghi, il secondo posto è stato ottenuto con 7,5 dal giovane Maestro Dario Brun, giocatore in continua ascesa, che ha ceduto soltanto al vincitore nello scontro diretto e ha preceduto, per spareggio tecnico, il MF romano Riccardo Ianniello (residente a Mentone), già vincitore dell'edizione 2007; 4° il Maestro Luca Nelli (7) di Carrara quindi 5/8° a 6,5 il CM Marco Ceccarini (Livorno), il M Roberto Arata (Imperia), e i CM diciannovenni Massimiliano Gioseffi (Savona) e Giorgio Ricca (Imperia).

Chiara Tampoia (Centurini) premiata da Marcello Schiappacasse

Terzo dei genovesi Mauro Berni (13° assoluto), che conferma il suo buon momento. I vincitori dei premi nelle rispettive fasce di punteggio C, D, E e F sono stati: Federico De Florio (Savona), Giorgio Ricca (Imperia), Massimiliano Gioseffi (Savona), Katiuscia Restifo (Genova) e Marco Tazzini di Massa.

Sono stati anche premiati Vittorio Piccardo (Savona), Daniel Bertocci (Camogli) e Chiara Tampoia (Genova) primi classificati delle fasce Senior, Junior e femminile.

Una gratificazione per gli organizzatori è stata la partecipazione del CM Fausto Poletti di Ghedi (BS) che, nonostante un viaggio A/R di 500 km, ha partecipato al 28° Memorial! Brava anche la nostra Katiuscia Restifo, 3N, giunta brillantemente al 25° posto con 5.5 punti.

Ha arbitrato Sergio Nanni.

In prima scacchiera il match decisivo Brun-Guido
                         CLASSIFICA FINALE

            nome                  ctg.  punti buh.  ps  id  nv  cc
------------------------------------------------------------------
  1'   1-GUIDO Flavio             GE B   8.0   51.5                  2348 
  2'  17-BRUN Dario               GE D   7.5   53.0                  1931 
  3'   2-IANNIELLO Riccardo       RM B   7.5   51.0                  2329 
  4'   5-NELLI Luca               MS C   7.0   46.0                  2191 
  5'  11-CECCARINI Marco          LI C   6.5   51.5                  2025 
  6'   3-ARATA Roberto Mario      IM B   6.5   47.5  4.5             2250 
  7'  37-GIOSEFFI Massimiliano    SV E   6.5   47.5  1.5             1719 
  8'  19-RICCA Giorgio            IM D   6.5   43.5                  1907 
  9'   4-BONOMI Maurizio          IM B   6.0   48.0                  2217 
 10'  76-TAZZINI Marco            MS NC  6.0   46.0                  1440 
 11'   9-DE FLORIO Federico       SV --  6.0   45.5                  2106 
 12'  16-LASIO Millo              MS D   6.0   45.0                  1954 
 13'  10-BERNI Mauro              GE C   6.0   44.5                  2054 
 14'   7-PICCARDO Vittorio        SV C   6.0   44.0                  2143 
 15'  12-TEDESCHI Paolo           SV C   6.0   42.0                  2017 
 16'  31-TAMELLINI Stefano        PC E   6.0   39.5                  1790 
 17'  33-RUGGERI Claudio          IM 2N  6.0   36.5                  1754 
 18'  25-BADANO Giancarlo         AL C   5.5   44.0                  1838 
 19'  23-GANDOLFI Gianfranco      MI D   5.5   43.0                  1842 
 20'  13-TIZZONI Lionello         SP C   5.5   42.0  3.0     5       2011 
 21'  27-LETTICH Sergio           GE D   5.5   42.0  3.0     4       1820 
 22'   6-COLLARETA Giovanni       SV C   5.5   41.5  4.0             2174 
 23'  14-VINCIGUERRA Gabriele     GE D   5.5   41.5  3.5             1987 
 24'  15-BACIGALUPO Claudio       GE D   5.5   41.5  3.0             1967 
 25'  59-RESTIFO Katiuscia        GE 3N  5.5   41.5  2.0             1584 
 26'  64-PANDINI Giuseppe         MI E   5.5   41.0                  1565 
 seguono altri 64 giocatori




di Mauro Berni

Eugenio Montale

Marco Lapi, un redattore del settimanale on line “Toscana oggi” afferma, nel numero del 5 luglio 2007, che Eugenio Montale, frequentando il notissimo “Caffè delle Giubbe Rosse”, ritrovo dei letterati e, nel corso della seconda metà degli anni Trenta, anche sede del circolo scacchistico fiorentino, si sarebbe innamorato di Clarice Benini.

Poco tempo dopo Giovanni Lucci, che sul sito www.linuxinterflorence.net dedica alla Benini alcuni contributi, riprende il gossip. Anzi la Benini, fino ad allora “sobria e lunatica zitella”, diventa, sulla base della testimonianza di una sua avversaria, la statunitense Bain, “un'attraente, alta, giovane donna bruna”.
La poesia che fornisce esca al pettegolezzo è “Nuove stanze”, inserita nella raccolta “Le occasioni”, uscita nel 1939 e ampliata per una nuova edizione del 1940. È palese il senso della tragedia bellica incombente.

Nuove stanze

Poi che gli ultimi fili di tabacco
al tuo gesto si spengono nel piatto
di cristallo, al soffitto lenta sale
la spirale del fumo
che gli alfieri e i cavalli degli scacchi
guardano stupefatti; e nuovi anelli
la seguono, più mobili di quelli
delle tue dita.

La morgana che in cielo liberava
torri e ponti è sparita
al primo soffio; s'apre la finestra
non vista e il fumo s'agita. Là in fondo,
altro stormo si muove: una tregenda
d'uomini che non sa questo tuo incenso,
nella scacchiera di cui puoi tu sola
comporre il senso.

Il mio dubbio d'un tempo era se forse
tu stessa ignori il giuoco che si svolge
sul quadrato e ora è nembo alle tue porte;
follìa di morte non si placa a poco
prezzo, se poco è il lampo del tuo sguardo;
ma domanda altri fuochi, oltre le fitte
cortine che per te fomenta il dio
del caso, quando assiste.

Oggi so ciò che vuoi; batte il suo fioco
tocco la Martinella ed impaura
le sagome d'avorio in una luce
spettrale di nevaio. Ma resiste
e vince il premio della solitaria
veglia chi può con te allo specchio ustorio
che accieca le pedine opporre i tuoi
occhi d'acciaio.

Intanto c'è da dire che la poesia, una delle più tarde della raccolta, datata 1939, è inequivocabilmente ispirata da una Donna, la Clizia di altri componimenti de “Le occasioni”. Non c'è il rischio di un caso simile a quello di “Ripenso il tuo sorriso”, oggetto di una prova dell'esame di stato 2008, in cui la traccia invita ripetutamente ad analizzare il ruolo salvifico e consolatorio della figura femminile; si scopre presto che la poesia è dedicata a un giovane ballerino russo.

Clarice Benini

Sicuramente è possibile che Montale veda la Benini giocare alle Giubbe Rosse e ne tragga stimolo per “Nuove stanze”. Che poi rimanga stregato rientra nel campo della semplice ipotesi, oltre a mescolare con qualche forzatura letteratura e biografia.

Il Caffè Le Giubbe Rosse di Firenze,
dove Montale e la Benini si sarebbero conosciuti

Montale, la cui casa natale si trova in Corso Dogali, non lontano quindi dall'attuale sede del Centurini, vive a Firenze dal 1927 agli anni di guerra.
Cosa fa invece la Benini nel 1939? Ha già alle spalle due dei migliori risultati della sua carriera, i secondi posti di Semmering 1936 e del campionato mondiale di Stoccolma 1937, e ha vinto la prima edizione del campionato italiano, disputata a Milano nel 1938.

Nel 1939 ottiene un dignitoso settimo posto al campionato assoluto fiorentino, vinto da Rosselli, davanti a Castaldi, Ceccato e Gabinara, a testimonianza dell'ottimo livello del torneo cittadino. Soprattutto bissa la vittoria al campionato italiano svoltosi a Roma. Ecco cosa scrive Castaldi del torneo sull'Italia Scacchistica di aprile 1939, pag. 67:

Cinque gentili avversarie hanno disputato a doppio girone un torneo assai interessante, anche se il risultato ne era previsto con sicurezza. Infatti ancora molto grande è il distacco tra l'attuale campionessa e le sue avversarie. Essa è superiore sia in conoscenza della teoria che in pratica e astuzia di gioco (...). Le sig.ne Lanza e Biella, in evidente progresso, hanno ragione di sperare in un migliore risultato nel prossimo torneo (ci sarà solo nel 1973... NdA). Esse debbono ricordare che la loro “rivale” gioca in torneo dal 1934 ed ha avuto perciò maggiormente agio di “farsi le ossa”.

La partita che segue non risulta molto rappresentativa dello stile della Benini, giocatrice d'attacco, ma è l'unica disponibile del 1939. È pubblicata sull'Italia Scacchistica in maggio, pag. 91, con note non firmate, da attribuire pertanto al direttore Rosselli.

Per un commento che riprende le note di Rosselli e le integra con alcune analisi ed osservazioni rimando a www.kiosketto.it, sezione “scaccomania”, voce “Nelly Lanza” a cura di g.L. (Giovanni Lucci) e B.L. (Barsi Lorenzo?).

Lanza - Benini [D02]
Roma 1939 (campionato italiano femm.)

1.d4 d5 2.Af4 Af5 3.Cf3 Cf6 4.e3 e6 5.c4 Ab4+ L'Italia Scacchistica disapprova la risposta del testo (con cui il nero rinuncia ai due alfieri) e preferisce 5...Ae7 [5...Ae7 6.Cc3 c6 7.Db3 Db6 8.Tc1 Cbd7 Oggigiorno ricorre invece; 5...Axb1 6.Txb1 (6.Dxb1 Ab4+ 7.Rd1) 6...Ab4+ 7.Re2 comunque foriera di conseguenze nebulose; se non altro, a compenso della rinuncia ai due alfieri, il bianco non arrocca.] 6.Cc3 0-0 7.a3! Axc3+ 8.bxc3 c6 9.Db3 Db6 10.Db4! Cbd7 onde emanciparsi con ...c5 11.c5! Dxb4 12.cxb4 Era anche buona 12axb4 ma la ripresa centralizzante è più logica. 12...Ce4 13.Tc1 Dopo avere giocato sì magistralmente, la campionessa milanese comincia a tergiversare dando modo alla campionessa italiana di riprendersi gradatamente. Il bianco aveva vari buoni piani a sua disposizione; per esempio 13. Ce5 e dopo il cambio del cavallo e la spinta in f3 passava con tutte le forze, compreso il re, all'attacco del lato di donna. 13...f6 14.Ae2 g5 15.Ag3 Tf7 16.Cd2 Cxg3 17.hxg3 e5 18.f4 Il bianco sta ancora meglio del nero per avere l'alfiere buono (i pedoni centrali sono sul colore diverso dell'alfiere) contro l'alfiere cattivo. Era anche interessante 18.Cb3, seguito da Rd2 ed eventualmente da un attacco sul lato di donna. 18...exd4 19.exd4 Te8 20.Rf2 Tfe7 21.Tce1 Ag6 22.Af3 Migliore era forse 22. Ag4 per provocare la spinta f6-f5 22...Txe1 23.Txe1 Txe1 24.Rxe1 Rf7 25.fxg5 Nelle analisi del senno di poi si preferì [25.Cb3 Ad3 26.Ca5 Aa6 27.a4 Cb8 (27...Re6 28.Ag4+ e poi Ae2) 28.b5 cxb5 29.axb5 Axb5 30.Axd5+ Re7 31.Axb7 e il bianco maramaldeggia. La sostanza del vantaggio è però alquanto più aleatoria se non del tutto nulla qualora il nero a 25...Ad3 preferisca la più arcigna 25...Cf8! 26. Ca5 Ce6] 25...fxg5 26.Ag4 Ancora 26. Cb3 con varianti simili alla nota precedente, era preferibile: dopo [26.Cb3! Cf8! 27.Ag4 Ad3 28.Ca5 Aa6 29.Ac8 il bianco ha qualche chance in più] 26...Re7 Il dr. Lucci preferisce Cb8 [26...Cb8 27.Ac8 b6 28.cxb6 axb6 29.Cf3 Rf6 ma dopo 30.a4! il bianco si procura un pedone passato distante] 27.Axd7? Così si perde ogni superiorità. Si dove giocare 27. Cf3 e il nero non aveva di meglio che Cf6 [27.Cf3 Cf6 28.Ac8 b6 29.Cxg5 Ce4 e il nero si può forse salvare] 27...Rxd7 28.Cf3 Re6! Il re prima dei pedoni! 29.Cxg5+?? Così si perde, si doveva giocare 29.g4 con giuochi quasi uguali 29...Rf5 30.Ch3? Vergogna, il cavallo al margine! [30.Cf3 Re4 31.Rd2 h6 32.Rc3 Re3 e la situazione non è ancora chiara] 30...Re4 31.Cf4 Rxd4 32.Rd2 Rc4 33.Cxg6? Nelly è ormai rassegnata, ma anche dopo Ce6 il nero detta legge [33.Ce6 Rb3 34.Cd8 Rxa3 35.Rc3 Ae4 36.Cxb7 Axg2 37.Cd8 d4+ 38.Rxd4 Rxb4 e poi ...a5] 33...hxg6 34.Rc2 a5 0-1


Gossip per gossip, avanzo anch'io un'ipotesi estiva, discutibile se non proprio strampalata. I personaggi di “Nuove Stanze” sono due, la donna, che ha colto il senso degli scacchi e del mondo, e il poeta, che non sembra saper giocare a scacchi. Forse Montale ha visto la Benini impegnata in analisi di partite altrui?

Staldi - Rosselli [D39]
Roma 1939 (IX campionato italiano)

1.d4 Cf6 2.Cf3 d5 3.c4 e6 4.Cc3 Ab4 5.Ag5 dxc4 6.e4 c5 7.e5 cxd4 8.Da4+ Cc6 9.0-0-0 Ad7 10.Ce4 Ae7 11.exf6 gxf6 12.Ah4 Tc8 13.Rb1
Qui Rosselli scrive, Italia Scacchistica aprile 1939, pp. 68-69: “Un'altra continuazione, suggerita dalla Sig.na Benini, potrebbe essere 13.Axf6 Axf6 14.Cd6+ Re7 15.Cxc8+ Dxc8 16.Dxc4 con giuochi circa uguali e materiale equivalente”. Trentasette anni dopo Gipslis, sul volume D dell'ECO, aggiunge 16...e5 e conclude con un giudizio simile: compenso per il materiale, coppia degli alfieri.
13...Ca5 14.Dc2 e5 15.Cxd4 exd4 16.Txd4 Db6 17.Txd7
Rosselli rifila alla mossa il punto interrogativo. Gipslis non è d'accordo.
17...Rxd7 18.Ae2 Re8 19.Ag4 Td8 20.Te1 Rf8 21.Dc1 h5
La prima mossa al di fuori dell'ECO, che dà 21...Rg7 22.Cg3 Il bianco sta meglio per l'iniziativa sul lato di re.
22.Ah3 Dd4 23.f3 Rg7 24.Af2 Dd3+ 25.Dc2 Ab4 26.Tc1 Dxc2+ 27.Rxc2 b6 28.Ah4 Ae7 29.Cg3 Td5 30.Cf5+ Rf8 31.Cxe7 Rxe7 32.Te1+ Rf8 33.Axf6 Th6 34.Ac3 Cc6 35.Te4 b5 36.a3 Thd6 37.Ac8 Cd4+ 38.Axd4 Txd4 39.Te2 a5 40.Af5 b4 41.axb4 axb4 42.g4 hxg4 43.fxg4 Td3 44.Rc1 Tf3 45.h4 Tf1+ 46.Rc2 Tdd1 47.h5 Tb1 0-1

Da notare che il IX e il II campionato italiano femminile si svolgono contemporaneamente nella sede dell'INPS, o meglio INFPS, in via Rasella, destinata a una triste fama per l'azione partigiana e la susseguente feroce rappresaglia nazista delle Fosse Ardeatine.





MOLLERO PROTAGONISTA DELL'ESTATE

Michele Mollero è sempre più protagonista dell'estate scacchistica al Centurini. Dopo avere vinto il Grand Prix di giugno, ha bissato il successo aggiudicandosi anche la prova di luglio, disputata sabato 26. La concomitanza di altre gare semilampo in Liguria e il periodo estivo hanno fatto sì che la partecipazione si attestasse a quattordici giocatori. Nondimeno la gara è stata combattuta. Michele se l'è aggiudicata con 6,5 punti su 7, precedendo di mezza lunghezza Mauro Berni e Nicola Maiori. Al quarto posto il nostro gagliardo web master Enrico Gardini.
Da registrare anche la gradita partecipazione di Chiara Tampoia, reduce dai campionati nazionali under 16 di Merano e il sesto posto di Luciano Badino (NC).

Il Grand Prix continua anche ad agosto, la prossima prova è attesa per sabato 30.

CLASSIFICA FINALE

Pos Nome                Cat   Punti  Bhlz   SBgr EloIn

  1 MOLLERO Michele      CM     6,5   28,5   25,5  2181
  2 BERNI Mauro          CM     6,0   25,5   19,0  2079
  3 MAIORI Nicola        CM     6,0   23,5   18,0  1983
  4 GARDINI Enrico       1N     4,5   30,0   14,5  1896
  5 CAPUTI Giuliano      CM     3,0   32,0    9,0  1978
  6 BADINO Luciano       NC     3,0   28,5    7,5  1440
  7 NICOLIS Claudio      1N     3,0   25,5    7,0  1824
  8 DEL NOCE Roberto     1N     3,0   25,5    5,0  1876
  9 LIBERTI Vincenzo     2N     3,0   21,0    7,0  1583
 10 NANNI Sergio         1N     3,0   18,0    7,3  1815
 11 TAMPOIA Chiara       1N     2,5   26,5    5,8  1901
 12 ORLANDI Claudio      1N     2,5   18,5    5,3  1723
 13 MANGINO Alessandro   NC     2,0   17,5    1,8  1440
 14 PICASSO Filippo      2N     1,0   22,5    3,0  1659




SEMILAMPO A CELLE LIGURE: 1° GROMOVS, 2° MANFREDI

Sabato 26 si è svolta anche una gara semilampo a Celle Ligure, che ha registrato la partecipazione di 29 giocatori. Primo posto meritato per il lettone Sergejs Gromovs (MF), che ha totalizzato 6,5 punti su 7.

Sergejs Gromovs

Al secondo posto il nostro Vincenzo Manfredi a 5,5. Al 3°-4° posto, a pari merito, il CM Paolo Tedeschi e la sorpresa Francesco D'Alessandro.
A seguire Piccardo, Gabriele Pesce, Schiappacasse, Collareta e Bruzzone.
Premi di fascia 1800-1999 per Schiappacasse e Lonigro; Bruzzone e Corso per la fascia 1600-1799; Jakova e Succi per Elo inferiore a 1600.
Al bravo Paolo Formento di Imperia (11 anni) è andata la coppa per il primo under 16. Primo classificato fra gli esordienti il dodicenne genovese Danilo Mirata.





SEMIFINALE CAMPIONATO ITALIANO: ECCELLENTE GENOCCHIO
I LIGURI IN GARA

È terminata a Saint Vincent la semifinale del campionato italiano. Daniele Genocchio ha dominato il torneo, totalizzando 7,5 su 9, e insieme a Piscopo, Bruno, Contin e Denis Rombaldoni si è qualificato per la finale. Il fatto che abbia realizzato una performance da 2625 la dice lunga sul suo stato di forma. I partecipanti al torneo di semifinale erano 46 e non mancavano alcuni liguri. Si distinguono il savonese Federico De Florio, primo dei liguri con 5 punti, che ha concluso al ventesimo posto (era 37° al ranking iniziale), Marcello Astengo giunto 27° (39° ai nastri di partenza) a 4 punti , Massimiliano Gioseffi 29° anche lui a 4 punti (nel tabellone n° 42). C'era anche Stefano Roversi, che ha terminato 44° (terz'ultimo) a tre punti.





SAN LORENZO AL MARE PER ARATA E MIRATA

Domenica 27 luglio si è disputata la semilampo a san Lorenzo al Mare, l'8° torneo Migliari.

Il vincitore Mario Roberto Arata

Al termine dei sette turni di gioco, con 31 partecipanti, ha vinto l'open A il maestro spagnolo Roberto Arata, che con 6 punti ha superato allo spareggio tecnico il numero uno del tabellone, il MI Ennio Arlandi e il MF Sergejs Gromovs. Abbastanza netto il divario fra i primi tre e tutti gli altri. Gli immediati inseguitori a 5 punti sono il maestro francese Bes e il CM novarese Marco Angelini.

Nel corso della manifestazione è stato organizzato un torneo giovanile, la cui vittoria è andata ad appannaggio dell'under 12 genovese Danilo Mirata (6 punti su 7), secondo Davide Basini con 5,5. Al torneo hanno partecipato 18 ragazzi.





NOVOTEL: GODENA SENZA PROBLEMI

Michele Godena


BENE FLAVIO GUIDO E DARIO BRUN

DANIELE CANTORO SEMPRE IN CRESCITA

Michele Godena ha dominato la scena nell'XI edizione dell'Open Genova, disputato al Novotel dall'11 al 17 agosto.

Il torneo, organizzato nelle prime dieci edizioni da Luciano Ferraro, rischiava di morire dopo la sosta dell'anno scorso, ma grazie agli sforzi di Marcello Astengo è tornato alla ribalta. Il numero inferiore di partecipanti, la minore copertura mediatica e informativa via internet, i maggiori problemi organizzativi registrati non oscurano il dato di fondo positivo: l'obiettivo di salvare il torneo è stato centrato, condizione indispensabile per il rilancio della manifestazione nei prossimi anni.

Torniamo alla gara, che ha visto la partecipazione di novantacinque giocatori e fra questi 2 GM e 5 MI. Michele Godena ha vinto imbattuto con 7,5 punti su 9, è partito a razzo inanellando sei punti su sei per poi concludere con tre patte, più o meno strategiche. Al secondo posto l'unico giocatore che lo ha impensierito fino alla fine, il GM uzbeko Alexei Barsov (7 punti), con cui ha pattato all'ultimo turno, nello scontro diretto.
Poi a 6,5 punti si piazza un terzetto composto dal bulgaro Marholev e dai filippini Salvador e Martinez. Naturalmente vi chiederete se c'era anche il terzo componente del trio filippino, certo, Sanchez infatti segue a 6 punti.

E veniamo alle note positive genovesi: sono infatti Flavio Guido e Dario Brun, a 5,5, i migliori giocatori italiani dopo Godena. Flavio è partito di gran carriera con uno splendido 4,5 su 5 (la patta è stata con il secondo classificato del torneo, il GM Barsov), per poi soffrire nelle ultime quattro durissime partite. Il maestro Brun ha condotto una buona gara, in cui spicca il successo sul maestro internazionale Mrdja. Un'altra bella nota positiva per il Circolo è il risultato di Daniele Cantoro, giunto 30° a 4 punti e partito con il 44 di tabellone. Bella la sua vittoria con il forte giocatore di Alessandria Quirico, ma soprattutto conforta la crescita tecnica e psicologica del giovane Daniele.

Fra gli altri liguri, bilancio positivo anche per Berni, Collareta e Gioseffi.
Nell'open B (Elo 1500-1899) soddisfazione per il tunisino Dahman che ha avuto ragione del CM milanese Morselli allo spareggio tecnico (6,5 su 8). Massimo Saffioti occupa solitario la terza piazza a 6 punti.

Bruno Vello si è invece aggiudicato il torneo C, davanti a Piero Neuhold.

Classifica finale Open 'A'

            nome                  ctg.  punti buh.  ps  id  nv  cc
------------------------------------------------------------------
  1'   1-GODENA Michele           TV GM  7.5   47.0                  2519 
  2'   3-Barsov Alexei            UZBGM  7.0   46.0                  2481 
  3'   9-Marholev Dimitar         BULIM  6.5   47.0                  2366 
  4'   4-Salvador Roland          PHIIM  6.5   46.5                  2443 
  5'   5-Martinez Rolly           PHIIM  6.5   42.0                  2441 
  6'   2-Sanchez Joseph           PHIIM  6.0   46.0                  2486 
  7'  10-GUIDO Flavio             GE FM  5.5   48.0                  2356 
  8'  12-BRUN Dario               GE -M  5.5   45.0                  2245 
  9'   7-BONTEMPI Piero           AN FM  5.5   44.5                  2374 
 10'  14-XIA Jie                  TV CM  5.5   43.0                  2181 
 11'  11-DAMIA Angelo             MI FM  5.5   39.5                  2247 
 12'  15-FOGLIA Maurizio          MC CM  5.5   38.5                  2135 
 13'   8-DI PAOLO Raffaele        GE FM  5.0   46.0                  2367 
 14'  20-ROTONI Matteo            MC CM  5.0   39.5                  2089 
 15'  13-FOSSATI Remigio          GE -M  5.0   39.0                  2191 
 16'  21-BERNI Mauro              GE CM  5.0   37.5  3.0     3   10' 2079 
 17'  19-COLLARETA Giovanni       SV -M  5.0   37.5  3.0     3   21' 2090 
 18'  25-PARRINI Daniele          TR CM  5.0   35.5                  2032 
 19'  17-QUIRICO Paolo            AL CM  5.0   34.5                  2106 
 20'   6-Mrdja Milan              CROIM  4.5   43.5                  2409 
 21'  24-GIOSEFFI Massimiliano    SV CM  4.5   42.5                  2049 
 22'  22-ASTENGO Marcello         GE CM  4.5   38.0                  2075 
 23'  23-BEMPORAD Filippo         MI CM  4.5   35.5  2.5             2061 
 24'  26-LAVRIC Mihail            TV CM  4.5   35.5  2.0     4   31' 2018 
 25'  46-DRITSAKOS Alessio        IM 1N  4.5   35.5  2.0     4   40' 1848 
 26'  42-GOATTIN Luca             VE 1N  4.5   34.0                  1920 
 27'  39-SAFFIOTI Cristian        GE 1N  4.5   33.0                  1926 
 28'  34-SIBILLE Ettore           AL CM  4.5   31.0                  1971 
 29'  38-Schmuki Roman            SUI-M  4.0   39.0                  1938 
 30'  44-CANTORO Daniele          GE 1N  4.0   38.5                  1907 
 31'  30-MAIORI Nicola            GE CM  4.0   36.5                  1983 
 32'  45-AMEDEO Riccardo          MI CM  4.0   33.0  1.5     3       1901 
 33'  37-MORTOLA Alberto          GE 1N  4.0   33.0  1.5     2       1948 
 34'  35-BACIGALUPO Claudio       GE CM  3.5   37.5                  1969 
 35'  18-De Boer Albert           NED-M  3.5   33.0                  2101 
 36'  28-MERCANDELLI Claudio      SV CM  3.5   32.5  2.0             1988 
 37'  29-Goetzee Rick             IRL-M  3.5   32.5  1.5             1984 
 38'  43-GUGLIELMI Dante          MC CM  3.5   29.0                  1918 
 39'  31-CAPUTI Giuliano          GE CM  3.0   35.5                  1978 
 40'  36-JONES Alessandro         RM 1N  3.0   27.5                  1968 
 41'  40-NATOLI Domenico          PA CM  2.5   29.5                  1923 
 42'  41-ROVATTI Paolo            VB CM  2.0   33.5                  1920 
 43'  33-SABBA Giorgio            GE 1N  2.0   31.5                  1976 
 44'  16-CIRABISI Federico        GE -M  2.0   30.0                  2123 
 45'  32-CARZOLIO Luigi           SV CM  1.5   30.5                  1978 
 46'  27-ALTIERI Danilo M         NA CM  0.0   26.0                  2014

Classifica finale Open 'B'

            nome                  ctg.  punti buh.  ps  id  nv  cc
------------------------------------------------------------------
  1'  29-DAHMAN Islem             EE 2N  6.5   34.5                  1600 
  2'   7-MORSELLI Stefano         MI CM  6.5   31.0                  1858 
  3'   4-SAFFIOTI Massimo         GE 1N  6.0   36.0                  1874 
  4'   3-DI CHIARA Mauro          TO 1N  5.5   34.5                  1880 
  5'  14-PEDEMONTE Claudio        GE CM  5.5   31.0                  1818 
  6'   8-VILLALBA Fernando        MI 1N  5.5   30.5                  1847 
  7'  16-LONGO Aldo               CN 1N  5.0   36.5                  1816 
  8'   2-SILVESTRI Giuseppe       GE 1N  5.0   34.0                  1881 
  9'  11-GANDOLFI Gianfranco      MI CM  5.0   33.0                  1834 
 10'   1-DELLA ROCCA Giorgio      LT 1N  5.0   30.0                  1891 
 11'  20-BADANO Fabio             SV 1N  4.5   37.0                  1797 
 12'  18-Dimart Denis             FRA-M  4.5   36.0                  1812 
 13'  35-OGGERO Alberto           TO 3N  4.5   33.5                  1515 
 14'  27-MAIRO Marco              GE 1N  4.5   33.0                  1676 
 15'   6-DIENA Giovanni           GE CM  4.5   30.0                  1868 
 16'  37-DURANTE Corrado          GE 2N  4.5   29.5                  1401 
 17'  21-STRAMESI Massimo         AL 2N  4.0   31.0                  1783 
 18'  19-SQUARCI Franco           GE CM  4.0   30.5                  1804 
 19'  23-MAZZETTA Franco          GE 1N  4.0   28.5                  1774 
 20'  31-DE LUCA Fabio            IM 2N  4.0   27.5                  1566 
 21'  24-CARBONE Lorenzo          MI 1N  4.0   25.5                  1767 
 22'  12-ATTEO Domenico           SV 1N  3.5   35.5                  1834 
 23'   9-PAGANINI Andrea          MI 1N  3.5   33.5                  1840 
 24'  22-GUGLIELMONE Luciano      GE 1N  3.5   31.5                  1779 
 25'  13-ARANITI Michelangelo     FI 1N  3.5   29.5  1.0             1819 
 26'  36-MORTOLA Francesco        GE 3N  3.5   29.5                  1509 
 27'  30-FORMENTO Paolo           IM 3N  3.5   26.5                  1593 
 28'  10-BAVOSI Mariano           GE 1N  3.5   26.0                  1836 
 29'   5-BIANCOTTI Alessandro     TO 1N  3.5   25.5                  1870 
 30'  15-TORTORA Paolo            MI 1N  3.0   29.5                  1817 
 31'  17-NANNI Sergio             GE 1N  3.0   26.0                  1815 
 32'  34-COLOMBO Asher D.         BO 3N  3.0   25.5                  1515 
 33'  25-BELLONE Giuseppe         GE 2N  3.0   24.5                  1743 
 34'  32-JOVANOVIC Goran          GE 3N  3.0   23.5                  1542 
 35'  28-GULINELLI Euro           RA 2N  3.0   18.0                  1659 
 36'  26-CONTI Marco              PV 2N  2.5   24.0                  1692 
 37'  38-CONTI Franco             SV NC  1.0   23.0                  1386 
 38'  33-BRUGNOLO Paolo           GE 2N  0.0   24.0                  1532

Classifica finale Open 'C'

            nome                  ctg.  punti buh.  ps  id  nv  cc
------------------------------------------------------------------
  1'   1-VELLO Bruno              GE 3N  6.0   25.0                  1494 
  2'   3-NEUHOLD Piero            GE NC  5.5   23.5                  1455 
  3'   8-FORGIONE Andrea          GE 3N  4.5   27.5                  1396 
  4'  10-MARIANI Francesca        TR NC  4.5   24.5                  1293 
  5'   7-VASSALLO Stefano E.      GE 3N  4.5   24.0                  1404 
  6'   5-ROSSI Andrea             AN NC  4.0   22.5                  1440 
  7'   6-DE VECCHIS Luigi         CN NC  3.5   21.0                  1437 
  8'   2-IRRERA Franco            GE 3N  3.0   29.0                  1470 
  9'   9-AMORETTI Luca            IM NC  3.0   21.5                  1386 
 10'   4-CANTORO Luca             GE NC  2.5   22.0                  1440 
 11'  11-MOLINELLI Luigi          GE NC  1.0   24.5                  1185

http://www.genovascacchi.it/





5° TORNEO SEMILAMPO “CALAMANDRANA IN FESTA”

Paolo Quirico, probabilmente il miglior giocatore della provincia di Alessandria (almeno in questo periodo), ha vinto grazie allo spareggio Buchholz la 5° edizione del torneo "Calamandrana in festa" disputato negli accoglienti locali dell'agriturismo "La Viranda" nel pomeriggio di sabato 2 agosto 2008.
Il torneo, un semilampo con 7 turni di gioco, ha visto la partecipazione di 46 giocatori, numero più che rispettabile considerato il periodo feriale.
Più che accettabile il livello tecnico considerando la presenza di 3 Maestri, una decina di Candidati Maestri e non poche categorie Nazionali.
La classifica ha visto tre giocatori con 6 punti: Quirico, Giacomasso e Castaldo classificati nell'ordine dallo spareggio tecnico. A punti 5 e mezzo da solo Ranieri che, dopo aver condotto tutto il torneo, è incappato nella sconfitta con Giacomasso ed ha visto sfumare il primo posto.

Dietro a 5 punti un gruppetto costituito dal Maestro svizzero Trumpf, Cantoro e Giardina in ordine di spareggio Buchholz.

Ottima l'organizzazione a cura del circolo scacchistico di Acqui Terme e l'arbitraggio di Badano Sergio. Questa manifestazione, come anche il torneo a squadre che si disputerà in autunno, riscuotono sempre un'ottima accoglienza poiché associano agli scacchi l'ottima cucina dell'Agriturismo "La Viranda" ed il buon vino delle colline astigiane.

http://www.acquiscacchi2.altervista.org/





FAAKER SEE OPEN 2008

Diciassette italiani hanno partecipato alla ventiquattresima edizione del FAAKER SEE OPEN 2008, disputato dal 9 al 16 agosto in Austria. E fra questi il nostro Enrico Gardini, che ha terminato a 4,5 su 9, in 80ma posizione (partito con il n. 105 sul tabellone).

178 i giocatori in gara e vittoria a sorpresa del MI israeliano Maryasin, meglio del favorito Timoshenko (Elo 2572), terminato al terzo posto. Primo degli italiani, undicesimo, Alessandro Pelagatti a 6,5.





DARIO VANNI E IL TORNEO MINORE DI MILANO 1934
di Mauro Berni

Grazie a Federico Cirabisi ho potuto prendere visione di due quaderni-formulario del Dopolavoro Ansaldo nei quali Dario Vanni riporta sue partite di diverse manifestazioni: un torneo sociale di prima categoria, giocato nella sede del Centurini nel 1928; un cittadino sampierdarenese, disputato nella sede locale del P.N.F nel 1929; il torneo nazionale minore di Milano 1934; un match di allenamento Vanni-capitano Stuart del 1946.
Naturalmente il torneo minore di Milano 1934, disputato dal 14 al 21 aprile con i fondi del lascito Crespi contemporaneamente alla finale del 5° CI, vinta da Monticelli, è la manifestazione più importante tra le quattro. Vanni trascrive tutte le sue partite, tranne una.

Una rapida ricerca dalla rubrica di Ferrantes sull'Illustrazione Italiana mi ha permesso di recuperarne la classifica: Napolitano 9,5 su 11; 2°-3° Biava, Gandolfi 8,5; Staldi 7,5; 5°-6° Macchia, Vanni 7; 7°-8° Roberto, Siveri 5; Pontini 3,5; 10° Tonini 2,5; 11° Bronzi 1,5; 12° Radice Fossati 0,5.
I nomi destinati a diventare più noti sono quelli di Mario Napolitano e Cherubino Staldi, che ottengono la promozione a maestro nel successivo campionato italiano, Firenze 1935, per quanto mi rimanga qualche dubbio sulla fama del secondo, forse il più misconosciuto tra i vincitori del campionato italiano. Infatti mi sembra che sia l'unico del quale il Chicco-Rosino non riporta una partita nell'appendice; e neppure cita la sua partecipazione al forte torneo di Stoccarda 1939. In un articolo redazionale (Porreca?) di “Scacco” gennaio 1986, sulla squadra italiana all'Olimpiade di Stoccolma 1937 si legge: “Staldi mise in mostra una grande tenacia, elemento caratteristico del suo gioco”, con un giudizio quindi implicitamente limitativo del giocatore triestino, del quale pure vengono riportate due vittorie. Ai tempi, però, Staldi gode di ottima reputazione.

Qui di seguito riporto le notizie che sono riuscito a raccogliere su altri partecipanti al torneo:

Pio Leone Biava è un giocatore argentino di genitori italiani, che vive a Milano dal 1929 al 1938; nell'aprile 1936 vince per 6-4 un match contro Ferrantes disputato in varie sedi dei dopolavori cittadini. Il suo nome ricompare all'improvviso sull'Italia Scacchistica dell'agosto 1959, con la pubblicazione di una vittoria su Najdorf, annotata dal MI spagnolo Medina e giocata l'anno precedente a Caracas, dove Biava a quel tempo vive.

Vito Umberto Gandolfi, giocatore a tavolino e per corrispondenza, compositore di studi, è ancor più noto come bridgista.

Armando Siveri è per lungo tempo una delle anime dello scacchismo reggiano, organizzando tra l'altro il torneo Liquigas di Reggio Emilia 1951 e quello di Salsomaggiore 1952, entrambi con la partecipazione di forti giocatori italiani e stranieri. Diventa maestro al 18° CI, Rovigo 1956.

Emilio Pontini è attivo lungamente non solo a tavolino; vince l'unico campionato italiano per corrispondenza indetto dall'Usi, la federazione scissionista attiva tra il 1950 e il 1956. Nel dopoguerra è segretario della sezione di Merano del partito monarchico.

Alice Tonini è la compagna di un pittore trentino, con il quale vive a Parigi; nel 1933 rappresenta l'Italia al mondiale femminile di Folkestone (è 5° su 7 partecipanti).

Il genovese Pietro Bronzi è tra gli avversari di Vanni anche nel succitato torneo del 1929.

Antonio Radice Fossati figura tra i soci fondatori della FSI, essendosi iscritto nell'elenco a Milano nel 1945.

Vanni viene superato strategicamente da Napoletano e Staldi e perde anche una partita molto tattica contro Biava; patta con Gandolfi e Macchia (la partita che manca) e fa il pieno con i giocatori della seconda metà della classifica.
Tra le partite del lotto la più interessante mi sembra quella che segue. La “punteggiatura” e una breve annotazione sono di pugno dello stesso Vanni.

Vanni - Gandolfi [A05]
Milano torneo minore (21.04.1934)
[Vanni]
1.Cf3 Cf6 2.b3 g6 3.Ab2 Ag7 4.g3 d5 5.d3 c6 6.Ag2 Af5 7.Cbd2 Db6 8.0-0 0-0 9.h3 Td8 10.e3 c5 11.De2 Cc6 12.a3 c4 13.dxc4 Axc2 14.Tfc1 Ae4 15.c5 Axf3 16.Axf3 Dc7 17.b4 e5 18.Cb3 e4 19.Ag2 Ce5 20.Axe5 Dxe5 21.Cd4 Tac8 22.Tc2 De8 23.b5 Cd7 24.Tac1 Ce5 25.Tc3 Cc4? 26.Txc4! dxc4 27.Dxc4 Tc7 28.c6! bxc6 29.Cxc6 Td3 30.a4 Tcd7 31.Axe4 Td1+ 32.Txd1 Txd1+ 33.Rg2 Dd7 34.Af3 Ta1 35.Ad5! Af6 36.e4! Rg7 37.e5 Ad8 38.Dd4 Txa4 39.Dxa4 Dxd5+ 40.Rg1 Ab6 41.Df4! De6! 42.g4 h6 43.Rh2 Rh7 44.h4 a6? 45.bxa6 Dxc6 46.Dxf7+ Rh8 47.a7 Ac5 48.Dxg6?? [48.Dc4!! e vincevo una splendida partita] 48...Dxg6 49.a8D+ Rg7 50.Db7+ Df7 51.Dxf7+ Rxf7 52.Rg3 Re6 53.f4 h5! 54.Rf3 Af8 55.Re4 hxg4 56.f5+ Re7 57.Rf4 Ag7 58.e6 Rf6 59.Rxg4 Af8 ½-½





BERNI 1: CENTRA L'OBIETTIVO AL GRAND PRIX

Mauro Berni ha vinto la puntata del Grand Prix semilampo del mese di agosto, disputata sabato 30, superando allo spareggio tecnico Renato Emanuelli. È il primo successo di Mauro nella competizione: una bella vittoria da tempo cercata e, peraltro, sfiorata in diverse occasioni.

Nel corso del quarto turno Berni si imponeva nello scontro diretto con Emanuelli e passava a condurre con 3,5 punti, distanziando di mezza lunghezza Rodriguez e lo stesso Emanuelli. Alan nel turno successivo lo superava, balzando al comando. Ma al round seguente nuovo colpo di scena: il candidato italo-peruviano subiva lo sgambetto fatale di Maiori, che rilanciava le chances degli inseguitori, cioè Berni ed Emanuelli, i quali, non fallendo nel settimo turno, finivano appaiati al vertice.
Terzo Rodriguez, quarto Maiori, poi Giancarlo Badano a 4,5.

                  CLASSIFICA FINALE

Pos Nome                 Cat   Punti  Bhlz   SBgr EloIn

  1 BERNI Mauro          CM     5,5   27,5   20,3  2079
  2 EMANUELLI Renato     M      5,5   24,5   16,5  2255
  3 RODRIGUEZ Alan       CM     5,0   32,0   21,5  2105
  4 MAIORI Nicola        CM     5,0   25,5   15,0  1983
  5 BADANO Giancarlo     2N     4,5   25,5   13,5  1739
  6 CAROSSO Andrea       CM     4,0   24,0    9,0  2046
  7 LIBERTI Vincenzo     2N     4,0   20,5    6,0  1583
  8 GARDINI Enrico       1N     3,5   20,0    4,8  1896
  9 COGLIANDRO Santo     CM     2,5   23,0    1,8  2026
 10 SABBA Giorgio        1N     1,5   24,5    1,3  1976
 11 BADINO Luciano       NC     1,0   26,0    0,0  1440
 12 SCALA Roberto        2N     0,0   21,0    0,0  1526




BERNI 2: VINCE ANCHE A SESTRI

Continua il “magic moment” di Mauro Berni, che ha vinto domenica 20 settembre con 5,5 punti su 6 anche il semilampo di Sestri organizzato dal Circolo Merlino, che ha registrato la presenza di 34 giocatori.
Seguono a 5 punti Michele Mollero, De Angelis e Giancarlo Badano. Quinto solitario a 4,5 Falcone. A 4 punti Pedemonte, Vallarino, Vello e Camera.
Tra gli juniores si è distinto Danilo Mirata che con 2,5 punti si è classificato 22°.