Notiziario mensile del
Circolo Scacchistico Genovese L. Centurini
Numero 115 Maggio 2006 - Anno XI
http://www.centurini.it

Sommario:
Mauro Berni campione regionale ligure
Gabriele Pesce campione regionale under 16
Grand Prix aprile: sette sberle di Flavio Guido
Memorial Sigona: Cantoro si impone
Calendario del prossimo campionato a squadre
A Nervi… scoperti
Matefitness con il maestro Stoppa
Scacchi e vip in piazzetta a Portofino
Olimpiadi: la prima mossa di Piero Angela
Caruana fra le giovani stelle



9° CAMPIONATO REGIONALE LIGURE 2006
quarti di finale del 66° Campionato Italiano Assoluto

MAURO BERNI CAMPIONE REGIONALE

e con lui si qualificano i giovani savonesi De Florio e Pesce

Il vincitore Berni, alle spalle Gabriele Pesce


Mauro Berni è il nuovo campione regionale ligure. Ha conquistato il titolo domenica 21 maggio presso la Sms Perugina di via Piombelli a Rivarolo.

I venti giocatori partecipanti, fra cui 6 candidati maestri a testimonianza di un buon livello tecnico, si sono confrontati sulla distanza dei cinque turni di gioco (tempo di riflessione: 1 ora per 20 mosse + 1 ora per finire).

Si sono qualificati alla semifinale nazionale, che si giocherà a Cortina d'Ampezzo dal 9 al 16 luglio, oltre al vincitore, anche i due giovani savonesi Federico De Florio e Gabriele Pesce.
Curiosità: Mauro Berni ha conquistato l'ambito titolo (probabilmente il risultato migliore mai conseguito a tavolino) proprio nel quartiere dove abita, a Rivarolo; anche lui, però, si può considerare un “savonese” d'adozione, infatti in campionato a squadre gioca con la squadra di Savona.
Positiva la partecipazione complessiva dei giovani. Gabriele Pesce, già campione regionale under 16, ha confermato tutta la sua forza di gioco, Brun è giunto quinto; Federico Rivara e Daniele Cantoro hanno conseguito una prima tranche di Elo Fide.

Federico Rivara e Daniele Cantoro, sullo sfondo Del Noce

La sala del torneo


CLASSIFICA FINALE
Berni 4 pt 14,5
De Florio 4 pt 14,0
Pesce G. 4 pt 13,5
Astengo 3,5 pt
Brun 3,5 pt
Caputi 3 pt
Pedemonte 3 pt
Silvestri 3 pt
Rivara M. 3 pt
Mazzetta 2,5 pt
Squarci 2,5 pt
Cantoro 2,5 pt
Falcone 2,5 pt
Pesce L. 2,5 pt
Fassi 2,5 pt
Rivara F. 2 pt
Del Noce2 pt
Picasso 2 pt
Buonamano 1,5 pt
Baggiani 1 pt
Bavosi 0,5 pt
Merlo 0





FLAVIO GUIDO: SETTE SBERLE!

Senza troppi problemi Flavio Guido, sabato 29 aprile, si è aggiudicato al Centurini il Grand Prix semilampo del mese, con sette punti su sette. Come un rullo ha travolto gli avversari, già dopo sei turni era matematicamente certo del successo. Alle sue spalle molta lotta ed equilibrio, Carosso, Shaban, Brun si sono piazzati in seconda posizione ex aequo, incalzati da Berni e Fazzuoli.


APRILE
Pos. Giocatore Cat. Punt.
1

GUIDO Flavio

MF 7
2

CAROSSO Andrea

CM 5
3

SHABAN Abdelgawad

CM 5
4

BRUN Dario

CM 5
5

BERNI Mauro

CM 4,5
6

FAZZUOLI Moreno

1N 4,5
7

CARDONA Paolo

1N 4
8

LO NIGRO Angelo

2N 4
9

TRAVERSO Massimiliano

1N 4
10

BADINO Luciano

NC 4
11

BAVOSI Mariano

1N 3,5
12

GUIDO Giuseppe

1N 3,5
13

BADANO Giancarlo

2N 3
14

SAFFIOTI Cristian

1N 3
15

COGLIANDRO Santo

CM 2,5
16

ROMANI Ivano

2N 2,5
17

COMPAGNONI Andrea

NC 2,5
18

MAIORI Nicola

1N 2,5
19

PALMIERI Timmy

NC 2,5
20

MARTINOLI Bruno

NC 2
21

FABBRICINI Dante

2N 1,5




GABRIELE PESCE CAMPIONE REGIONALE UNDER 16

Gabriele Pesce, savonese, classe 1991, ha vinto il campionato regionale ligure under 16, che si è svolto domenica 7 maggio presso la P.A. di Sestri Ponente in via Cavalli. I turni di gioco previsti erano sei, con un tempo di riflessione di 45 minuti a testa per ciascun giocatore. Pesce, numero uno di tabellone (Elo Fide 1990) e giovane di grandi speranze, non ha deluso le aspettative, vincendo tutti gli incontri.
I ragazzi del Centurini sono andati bene, tre di loro appaiono ai primi cinque posti della classifica: Balduzzi, Tagliamacco e Cantoro. La gara era valida anche per l'importante qualificazione al XIX Campionato italiano che si svolgerà a Montecatini Terme dal 2 all'8 luglio. Con il risultato di domenica anche Balduzzi, Tagliamacco e Panada si aggiungono al gruppo già consistente che si è qualificato per le finali nazionali. Una bella soddisfazione anche per gli istruttori della scuola Centurini-Assarotti, in particolare per il MF Di Paolo che ha curato la preparazione dei nostri ragazzi - nonché quella del vincitore del torneo - in tutti questi mesi.

Classifica finale - 6 turni
Pos. Giocatore Prov. Cat. Punt.
1

PESCE Gabriele

SV 1N 6
2

BALDUZZI Giovanni

GE NC 5
3

TAGLIAMACCO Federico

GE NC 4,5
4

BOTTONI Luca

GE NC 4,5
5

CANTORO Daniele

GE 3N 4
6

MORTOLA Francesco

GE NC 4
7

SEMERIA Silvio

IM NC 4
8

PUGLISI Michele

IM 3N 4
9

MORA Fabio

GE NC 4
10

TAMPOIA Chiara

GE 3N 3,5
11

MONTANI Riccardo

SV 3N 3,5
12

PANADA Dario

GE NC 3,5
13

LEPRE Mario

IM NC 3
14

FORMENTO Paolo

IM NC 3
15

SALUSTRI Aurora

IM NC 3
16

TORIELLI Davide

GE NC 3
17

DI PAOLO Lorenzo

GE NC 3
18

CO' Luca

GE NC 2,5
19

RUGGIERO Riccardo

GE NC 2,5
20

PESCINO Davide

GE NC 2,5
21

CALZAMIGLIA Filippo

IM NC 2
22

GIRIBALDI Elena

IM NC 2
23

LORENZOTTI Pietro

GE NC 2
24

CORREALE Francesco

IM NC 2
25

OSENTA Crisman

GE NC 2
26

PESCINO Alex

GE NC 2
27

PAGANELLI Andrea

GE NC 1
28

FAGGIONATO Gualtiero

IM NC 1
29

BORRELLI Luca

IM NC 1




CANTORO VINCE IL MEMORIAL SIGONA

Cantoro-Jakimonsky

In occasione della Festa dello Sport 2006, il Circolo ACLI A. Grandi e l'U.S. ACLI S. Sabina hanno organizzato il 4° Memorial Sigona, torneo semilampo svoltosi sabato 13 maggio in piazza Martinez con inizio alle ore 15.30. Era riservato alle categorie giovanili; sei i turni di gioco.
Nel torneo si è imposto il giovanissimo Daniele Cantoro che ha vinto tutte le partite. Sul podio Federico Rivara e Davide Torrielli, a sancire l'ottima prestazione dei ragazzi della Centurini-Assarotti. Per quanto riguarda i premi di categoria Federico Rivara è stato il primo dei Cadetti, Daniele Cantoro dei Giovanissimi mentre Edoardo Magno si è imposto tra i Pulcini.

Immagine dal Memorial Sigona

CLASSIFICA FINALE

 1° CANTORO DANIELE Giov.      6.0 19  
 2° RIVARA FEDERICO Cad.       5.0 19  
 3° TORIELLI DAVIDE Giov.      4.0 22  
 4° JAKIMONSKY STEFANO Giov.   4.0 20  
 5° GROSSI ALEX Giov.          4.0 18  
 6° CANTELLI MATTEO Giov.      4.0 16.5
 7° GASPARINO IVAN Giov.       3.0 20  
 8° ROSSETTI GABRIELE Giov.    3.0 17  
 9° MAGNO EDOARDO Pulc.        3.0 16.5
10° PAGANELLI ANDREA Giov.     3.0 13.5
11° PANADA DARIO Pulc.         3.0 15.0
12° MAGNO LORENZO Pulc.        2.5 13  
13° COCCHINI FRANCESCO Giov.   2.0 15.5
14° ROSSI VALENTINA Pulc.      2.0 13  
15° CROSIGLIA GIULIA Pulc.     2.0 13  
16° CANCELLERI MARCO Pulc.     1.0 17  
17° BAROLATORRES XAVIER Giov.  1.0 13.5
18° COCCHINI FEDERICO Pulc.    0.5 12.5




Calendario del 39° Campionato Italiano a Squadre

Per venire incontro alle esigenze dei Comitati Regionali in merito all'elaborazione dei rispettivi calendari agonistici, la Commissione C.I.S. ha stabilito con largo anticipo il calendario del Campionato Italiano a Squadre 2007. Gli incontri si svolgeranno nelle seguenti date:

  N° squadre per girone
Turni 5-6 7-8 (3-4 andata e ritorno)
18/02/07 11/02/07
04/03/07 18/02/07
18/03/07 25/02/07
01/04/07 04/03/07
15/04/07 18/03/07
  01/04/07
  15/04/07

Termine iscrizioni squadre: 30 novembre 2006
Termine presentazione liste: 20 gennaio 2007

Si ricorda che, in base a quanto previsto dall'articolo 7.4.3 del Regolamento CIS, "i Direttori di girone, d'intesa con i Comitati Regionali, possono apportare opportuni adattamenti, fermo restando la coerenza delle date relativamente ad eventuali spareggi".

Milano, 11 maggio 2006





SCACCHI E VIP IN PIAZZETTA

La Piazzetta di Portofino ha riservato agli appassionati di scacchi una sorpresa davvero esclusiva. In un angolo del porticciolo nasce una postazione permanente dove gli scacchisti potranno giocare le loro partite. L'idea è venuta ad alcuni vip, che travolti dalla passione per il gioco, hanno deciso di allestire anche fuori casa un posto adatto per disputare le loro partite. Ideatore fondatore del “Club degli scacchi di Portofino” è proprio Paolo Fresco, ex presidente della Fiat, ed ora leader del comitato organizzativo delle Olimpiadi di scacchi, che ha voluto creare d'accordo con il sindaco Giorgio Devoto questa nuova associazione. “È stato mio padre ad insegnarmi a giocare” - spiega Paolo Fresco - “poi, quando ha cominciato a perdere contro di me, si è stufato e ha smesso. Invece io vado avanti ininterrottamente da 15 anni ormai”.

Ma lui non è il solo ad aver aderito al neonato club di scacchisti; tra gli altri nomi eccellenti ecco comparire Giordano Zucchi, Dario Ferrari, Carlo Caracciolo, Gigi Melega, Demetrio dell'Orso, Giovanni Cappiello.

Rimproverato persino dall'avvocato Agnelli perché invece di lavorare perdeva tempo cercando la mossa vincente, ora Fresco ritiene come suo primo e più accanito rivale Giordano Zucchi. “Vinco quasi sempre io quando giochiamo uno contro l'altro” - continua - “Facciamo dei tornei tra di noi “cucinati in casa”. Ma quando ci si trova al tavolo uno di fronte all'altro si diventa spietati e ci si odia. Poi si torna ad essere amici”.

Zucchi, che ieri pomeriggio, quando in Piazzetta è stato dato il via ufficiale al tradizionale torneo scacchistico in concomitanza con il trofeo Zegna, è stato uno dei primi a gareggiare, non si lascia intimidire. Guardando la coppa che troneggia su un tavolo e che quest'anno è stata chiamata “Trofeo Challenge El Tigre” in onore del primo cittadino del porticciolo, accetta la sfida e ribatte: “È una questione di cortesia: quando ci sono i suoi parenti, lo lascio vincere e quando ci sono i miei a guardarmi, lui fa finta di perdere”.

Dal Lavoro-Repubblica di domenica 14 maggio 2006





Matefitness:
Week-end a scacchi con il Maestro Stoppa

Il Maestro di scacchi Omar Stoppa è stato protagonista di due importanti eventi a Matefitness, che si svolge a Palazzo Ducale di Genova.
Dopo una breve introduzione e spiegazione, sabato 20 maggio ha sfidato in una simultanea 15 scacchisti, e domenica ne ha sfidati 6 ma “alla cieca”. Ha presentato inoltre un breve programma di un corso di scacchi che sarà attivato nella palestra a partire dalle prossime settimane.
Omar Stoppa è prima scacchiera della squadra 'Centurini' di Genova e terza scacchiera dell'équipe di scacchi di Antibes. Ha partecipato a numerose competizioni in ambito nazionale e internazionale ed è un Maestro Nazionale della Federazione Scacchisitica Italiana.

Matefitness è una vera e propria palestra per la mente, dove si possono sperimentare tante diverse attività e percorsi "a tema", progettati per ogni età e livello di approfondimento, che vanno da semplici curiosità e giochi a esercizi utili anche per chi va a scuola... ma in cui il comune denominatore è sempre il divertimento!
E così come chi si iscrive in una normale palestra può decidere da sé le attività, allo stesso modo a Matefitness si potrà scegliere di cimentarsi con gli argomenti di maggiore interesse o sui quali si sente maggiore bisogno di "migliorare".
In futuro il format di Matefitness potrà essere replicato in altre città.

Dove
Genova, sottoporticato di Palazzo Ducale (accesso da Piazza Matteotti)

Date e orari
20 aprile – 30 luglio 2006
martedì-venerdì: 9-13 e 15-19
sabato, domenica e festivi: 10-20
lunedì: chiuso

Prezzi
Biglietto intero: 5 Euro (accesso alla palestra senza limite di tempo per attività e percorsi)
Biglietto ridotto: 3 Euro (studenti, over 65, amici del Festival)
Iscritti: 2 Euro
Conferenze: 3 Euro, iscritti 2 Euro
Iscrizione alla Palestra: 10 Euro





A NERVI SCOPERTI: GLI SCACCHI PROTAGONISTI

L'Iniziativa a Nervi... scoperti! - di cui abbiamo parlato nel numero scorso - si è svolta sabato 20 maggio, riscuotendo interesse e curiosità. La performance, ideata dall'artista Antonio Caporilli, puntava sul binomio scacchi-musei, utilizzando gli scacchi per creare un percorso ideale che guidasse i visitatori dalla stazione ferroviaria fino ai musei di Nervi, percorso lungo il quale sono state distribuite delle postazioni con scacchisti in partita. Una vetrina interessante ed estemporanea per gli scacchi in una giornata dove, si può dire, gli scacchi hanno imperversato nella nostra città da levante a ponente: a Rivarolo si svolgeva il campionato regionale, a Palazzo Ducale il maestro Stoppa si esibiva nel corso di Matefitness, a Nervi “scacchisti di strada” animavano le strade con le loro performance.

Senza contare che alla sera, a Torino, iniziavano le Olimpiadi…





CARUANA QUARTO FRA LE GIOVANI STELLE

Continua la marcia di Fabiano Caruana: è giunto quarto al torneo delle Young Stars disputatosi a Kirishi (Russia) dal 9 al 20 maggio. Dopo un inizio un po' in sordina, è venuto fuori molto bene alla distanza, infliggendo l'unica sonfitta al vincitore del torneo, il maestro internazionale russo Ivan Popov. Secondo il favorito della vigilia il MI Ian Nepomniachtchi. La manifestazione era di quarta categoria Fide.

Classifica finale: 1° Iv. Popov 8.5 punti su 11; 2° Nepomniachtchi 8; 3°-5^ Lintchevski, Caruana, Tairova 7; 6°-7° Safarli, Alek. Volodin 5.5; 8°-9° Hovhannisyan, V. Onischuk 5; 10° Sjugirov 4.5; 11° Narayanan 3; 12° Alex Kulikov 0.





OLIMPIADI SCACCHI: PRIMA MOSSA DI PIERO ANGELA, 254 SQUADRE AL VIA

TORINO – Partono bene le maggiori squadre italiane alle Olimpiadi di scacchi inaugurate oggi a Torino: la rappresentativa femminile A ha sconfitto il Sudafrica, mentre la maschile A si è imposta su Monaco.

I 21 mila metri quadrati dell'Oval, palazzo costruito in occasione dei Giochi olimpici invernali di Torino 2006 per le gare di pattinaggio, ospiteranno fino al 4 giugno quello che è, alla prova dei fatti, il più grande evento scacchistico internazionale mai organizzato. La manifestazione - un Campionato mondiale open per squadre nazionali che si disputa ogni due anni - ha raccolto la cifra record di 254 formazioni (146 per il torneo maschile, 108 nel femminile) arrivate da tutti i continenti: è come se l'umanità dell'intero pianeta si sia raccolta in un'unica sala per praticare la stessa disciplina. Ci sono i superprofessionisti russi e ungheresi, che hanno persino lo psicologo al seguito, e i superdilettanti di San Marino, gli africani e gli orientali.

A poche decine di metri giocano la squadra degli Usa e quella dell'Iran, dell'Iraq e dell'Afghanistan. In molti (soprattutto donne) indossano i loro abiti tradizionali: è il caso delle componenti della nazionale femminile del Qatar, che hanno i capelli avvolti dal velo. “Se fossimo solo tra noi - dicono - potremmo toglierlo, ma qui ci sono anche degli uomini”. “In Qatar - spiega Salama Al Khelaifi - non ci sono tanti scacchisti, però il gioco incontra abbastanza il favore di tutti. A me piace perché richiede concentrazione, e si pratica in un silenzio avvolgente. Cosa dicono i nostri uomini? Niente, va bene così”.

Una piccola folla di appassionati si aggira per gli stand, dove si vendono libri e gadget, e tra loro si mescola senza problemi Kirsan Ilyumzhinov, presidente della federazione scacchistica internazionale (nonché presidente della repubblica autonoma russa della Calmucchia), che in vista del congresso si sta facendo campagna elettorale. Ma è tutta la città, tornata di nuovo al centro di un grande evento a pochi mesi dalle Olimpiadi invernali, a respirare scacchi: i musei allestiscono esposizioni a tema, ci sono concerti e convegni e, all'Oval, la Fiat mette a disposizione un servizio di auto di cortesia (e lascia liberamente provare le vetture). Una città dalla fiorente tradizione dedicata al '”nobil giuoco”: la Società scacchistica torinese, nel cuore del quartiere San Salvario, è uno dei più grandi circoli del mondo [sic!], e non a caso ha ispirato e promosso la manifestazione.

Quanto alla parte agonistica, la grande favorita della vigilia è la Russia (quotata 1.32 dai bookmaker contro i 6 dell'India e i 7 di Armenia e Ucraina), mentre l'Italia affida le sue speranze alle donne. Nella squadra femminile A giocano due forti maestre di origine slava (Elena Sedina e Olga Zimina) naturalizzate italiane, mentre la B schiera un piccolo prodigio, la bergamasca Marina Brunello, dodici anni a giugno, che permette all'Italia scacchistica di guardare con serenità al prossimo futuro.

Da www.lastampa.it