Notiziario mensile del
Circolo Scacchistico Genovese L. Centurini
Numero 121 Dicembre 2006 - Anno XI
http://www.centurini.it



BRUN VINCE L'OPEN AUTUNNO
POI COMPLETA L'OPERA A SANTA MARGHERITA DOVE SI LAUREA CAMPIONE PROVINCIALE

Periodo felice per Dario Brun, che vince l'Open Autunno al Centurini e poi si laurea nel fine settimana campione provinciale a Santa Margherita.

Santa Margherita: Brun, sulla sinistra, affronta Saffioti

A Villa Piaggio, il torneo del Centurini che si è concluso mercoledì 13 dicembre è stato di buon livello, impegnativo, combattuto fino all'ultimo.

In classifica finale, a un punto di distanza dal vincitore, Rodriguez, Carosso e Vinciguerra, che hanno concluso in crescendo.

A Santa Margherita dal 15 al 17 dicembre si è svolto nella Casa del Mare il decimo campionato provinciale di Genova e qui Brun ha completato l'opera andando a vincere il torneo, a cui hanno partecipato 15 giocatori. Dietro al vincitore Saffioti e Pedemonte.



OPEN AUTUNNO – VILLA PIAGGIO – GENOVA
8 novembre -13 dicembre 2006

                   RISULTATI TURNO 6                 

 4 ASTENGO Marcello        2 BRUN Dario           0-1
 1 MANFREDI Vincenzo       3 RODRIGUEZ Alan       0-1
 7 MERLO Andrea            5 CAROSSO Andrea       0-1
 8 VINCIGUERRA Gabriele   10 CAPUTI Giuliano      1-0
17 OLIVETTI Pierluigi     13 GARDINI Enrico       1-0
14 RIVARA Massimo         23 BOTTONI Luca         1-0
15 BAVOSI Mariano         11 MORTOLA Alberto      0-1
18 BAGGIANI Fabio         12 PEDEMONTE Claudio    0-1
 9 CARIDI Nicolò          21 MAGLIVERAS Dimitri   1-0
19 CONTI Marco            22 PIAGGIO Fabrizio     1-0



               CLASSIFICA FINALE                   

            nome                  ctg. punti  buh.  ps  id  nv  cc       
------------------------------------------------------------------------ 
 1'   2-BRUN Dario               GE CM  5.5   20.5                  2122 
 2'   3-RODRIGUEZ Alan           GE CM  4.5   20.0                  2116 
 3'   5-CAROSSO Andrea           AT CM  4.5   19.0                  2030 
 4'   8-VINCIGUERRA Gabriele     GE 1N  4.5   16.5                  1960 
 5'   1-MANFREDI Vincenzo        GE CM  4.0   22.0                  2153 
 6'  17-OLIVETTI Pierluigi       GE 1N  4.0   16.5                  1805 
 7'  14-RIVARA Massimo           GE CM  4.0   14.5                  1893 
 8'   4-ASTENGO Marcello         GE CM  3.5   20.5                  2110 
 9'  11-MORTOLA Alberto          GE 1N  3.5   14.0                  1925 
10'  10-CAPUTI Giuliano          GE 1N  3.0   18.5                  1942 
11'   7-MERLO Andrea             GE 1N  3.0   18.0                  1977 
12'  12-PEDEMONTE Claudio        GE CM  3.0   15.5                  1917 
13'  13-GARDINI Enrico           GE 1N  3.0   15.0                  1896 
14'   9-CARIDI Nicolò            GE 1N  2.5   11.5                  1958 
15'  18-BAGGIANI Fabio           GE 1N  2.0   17.0                  1737 
16'  23-BOTTONI Luca             GE NC  2.0   16.0                  1455 
17'  15-BAVOSI Mariano           GE 1N  2.0   15.5                  1885 
18'  20-ROSSI Marco              GE 3N  1.5   14.0                  1518 
19'  16-PUGLIESE Giuseppe        GE 1N  1.5   12.5                  1872 
20'   6-MERCANDELLI Claudio      SV CM  1.5   10.5                  2020 
21'  19-CONTI Marco              PV 2N  1.5    9.5                  1696 
22'  21-MAGLIVERAS Dimitri       GE 3N  1.0   11.0                  1499 
23'  22-PIAGGIO Fabrizio         GE NC  1.0   10.0                  1467 
24'  24-PICASSO Filippo          GE NC  0.5   11.0                  1386 



                       TABELLONE                    

 1 MANFREDI Vince CM 12N+   8B+   4N+   2B-  17N+   3B-  4   
 2 BRUN Dario     CM 13B+   5N+  17B+   1N+   3B=   4N+  5.5 
 3 RODRIGUEZ Alan CM 14N+  10B=  20N+   4B=   2N=   1N+  4.5 
 4 ASTENGO Marcel CM 15B+  11N+   1B-   3N=  12B+   2B-  3.5 
 5 CAROSSO Andrea CM 16N+   2B-  12N+  10B+   8B=   7N+  4.5 
 6 MERCANDELLI Cl CM 17B-  19N+  15B-  19R-  16N=  16R-  1.5 
 7 MERLO Andrea   1N 18N=   9B+  10N=   8F-  11B+   5B-  3   
 8 VINCIGUERRA Ga 1N 19B+   1N-  23B+   7G+   5N=  10B+  4.5 
 9 CARIDI Nicolò  1N 20N=   7N-  18B-  24B+  14N-  21B+  2.5 
10 CAPUTI Giulian 1N 23B+   3N=   7B=   5N-  15B+   8N-  3   
11 MORTOLA Albert 1N 24N+   4B-  14N=  20B+   7N-  15N+  3.5 
12 PEDEMONTE Clau CM  1B-  21N+   5B-  16B+   4N-  18N+  3   
13 GARDINI Enrico 1N  2N-  20B-  21B+  23N+  18B+  17N-  3   
14 RIVARA Massimo CM  3B-  22N+  11B=  18N=   9B+  23B+  4   
15 BAVOSI Mariano 1N  4N-  24B+   6N+  17B-  10N-  11B-  2   
16 PUGLIESE Giuse 1N  5B-  23N-  22B+  12N-   6B=   6R-  1.5 
17 OLIVETTI Pierl 1N  6N+  18B+   2N-  15N+   1B-  13B+  4   
18 BAGGIANI Fabio 1N  7B=  17N-   9N+  14B=  13N-  12B-  2   
19 CONTI Marco    2N  8N-   6B-  24N=   6R-  21N-  22F+  1.5 
20 ROSSI Marco    3N  9B=  13N+   3B-  11N-  24R-  24R-  1.5 
21 MAGLIVERAS Dim 3N 25R-  12B-  13N-  22N-  19B+   9N-  1   
22 PIAGGIO Fabriz NC 26R-  14B-  16N-  21B+  23N-  19G-  1   
23 BOTTONI Luca   NC 10N-  16B+   8N-  13B-  22B+  14N-  2   
24 PICASSO Filipp NC 11B-  15N-  19B=   9N-  20R-  20R-  .5  




CLASSIFICA FINALE CAMPIONATO PROVINCIALE DI GENOVA
Santa Margherita, 15-17 dicembre 2006

            nome                  ctg.  punti  buh.  ps  id  nv  cc
-------------------------------------------------------------------
 1'   1-BRUN Dario               GE CM  4.5   12.5                 
 2'   4-SAFFIOTI Cristian        GE 1N  3.5   13.0                 
 3'   5-PEDEMONTE Claudio        GE CM  3.5   11.5                 
 4'   3-CAPUTI Giuliano          GE 1N  3.0   13.5                 
 5'   2-RODRIGUEZ Alan           GE CM  3.0   12.5  1.0     3      
 6'   7-SAFFIOTI Massimo         GE 1N  3.0   12.5  1.0     2      
 7'  13-PROFACE Giulio           GE NC  3.0    8.0       *         
 8'  15-BRUGNOLO Paolo           GE 2N  3.0    8.0                 
 9'  10-BOZZO Alberto            GE 3N  2.5   10.0                 
10'   6-CANTORO Daniele          GE 1N  2.0   14.5                 
11'   9-BERTOCCI Daniel          GE 2N  2.0    9.0                 
12'  11-CROCI Luigi              GE 2N  1.0   12.0                 
13'  12-MORTOLA Francesco        GE NC  1.0    7.5                 
14'   8-ANTONELLI Cristian       GE 1N  1.0    7.0                 
15'  14-COTRUFO Alessandro       GE NC  0.0    6.5                 
-------------------------------------------------------------------

TABELLONE
-------------------------------------------------------------------
  1 BRUN Dario     CM  7B+   4N+   6B+   2N+   3B=  4.5
  4 SAFFIOTI Crist 1N 11N+   1B-   5N+   6B+   7N=  3.5
  5 PEDEMONTE Clau CM 12B+   2N+   4B-   3B=   6N+  3.5
  3 CAPUTI Giulian 1N 10B+   6N-  15B+   5N=   1N=  3  
  2 RODRIGUEZ Alan CM  9N+   5B-   8N+   1B-  10B+  3  
  7 SAFFIOTI Massi 1N  1N-  11B+  10N=   9B+   4B=  3  
 13 PROFACE Giulio NC  6B-  15N+   9B-  16A+  12N+  3  
 15 BRUGNOLO Paolo 2N 18F+  13B-   3N-   8B+  11N+  3  
 10 BOZZO Alberto  3N  3N-  14N+   7B=  11B+   2N-  2.5
  6 CANTORO Daniel 1N 13N+   3B+   1N-   4N-   5B-  2  
  9 BERTOCCI Danie 2N  2B-  16R-  13N+   7N-  14B+  2  
 11 CROCI Luigi    2N  4B-   7N-  14B+  10N-  15B-  1  
 12 MORTOLA France NC  5N-   8B-  16R-  14N+  13B-  1  
  8 ANTONELLI Cris 1N 16R-  12N+   2B-  15N-  16R-  1  
 14 COTRUFO Alessa NC 17R-  10B-  11N-  12B-   9N-  0  




A RE GUIDO LA PRIMA GARA A VILLA PIAGGIO

Non poteva che essere Flavio Guido, punta di diamante "storica" dello scacchismo ligure, a mettere il sigillo al Grand Prix semilampo di novembre, disputato sabato 25 novembre, e a inaugurare così la prima gara nella nuova e accogliente sede di Villa Piaggio.
Come sempre molto valido il livello dei partecipanti, le cui partite, assai combattute, hanno attirato anche un certo numero di spettatori. Alle spalle di Flavio, a mezzo punto, Fossati e Massa, mentre Brun e Shaban terminavano a 5 punti. Buona performance di Massimo Rivara, giunto settimo. Poli e Maiori sono stati premiati fra le categorie 1N e 2N; Fabrizio Piaggio per le categorie 3N e NC.
Il prossimo appuntamento del Grand Prix è già fissato per sabato 30 dicembre.

Flavio Guido e Dario Brun

Una fase di gioco (da sin: Massa, Astengo, Bavosi, Dell'Isola)

Fabrizio Piaggio, alla sua destra Daniele Cantoro


NOVEMBRE
Pos. Giocatore Cat. Punt.
1

GUIDO Flavio

MF 6
2

FOSSATI Remigio

M 5,5
3

MASSA Giovanni

CM 5,5
4

BRUN Dario

CM 5
5

SHABAN Abdelgawad

CM 5
6

POLI Giuseppe

1N 4,5
7

RIVARA Massimo

CM 4,5
8

MAIORI Nicola

1N 4,5
9

ATTEO Domenico

1N 4,5
10

SHABAN Salah

CM 4
11

COGLIANDRO Santo

CM 4
12

BAVOSI Mariano

1N 4
13

ASTENGO Marcello

CM 4
14

CANTORO Daniele

1N 3,5
15

BADANO Giancarlo

2N 3,5
16

PIAGGIO Fabrizio

NC 3,5
17

BERNI Mauro

CM 3
18

SABBA Giorgio

2N 3
19

MAIONE Francesco

NC 3
20

ROMANI Ivano

2N 3
21

CARIDI Nicolò

1N 3
22

FAZZUOLI Moreno

1N 2,5
23

DELL'ISOLA Vincenzo

2N 2
24

BADINO Luciano

NC 2
25

RIVARA Federico

NC 2
26

MONDÌ Domenico

NC 2
27

GUIDO Giuseppe

1N 1


L'atrio di ingresso al Circolo




NATALE SULLA SCACCHIERA: FLAVIO GUIDO NON FA REGALI A SESTRI

Sabato 16 dicembre si è svolto il tradizionale torneo semilampo di Natale al Circolo Merlino Gruppo Scacchi di Sestri Ponente. Hanno partecipato 34 giocatori, tutti premiati con varie specialità gastronomiche natalizie.

La gara è stata vinta da Flavio Guido, che ha concluso a punteggio pieno (6/6) in grande spolvero. A seguire un ottimo Giancarlo Badano con punti 4,5 davanti ai CM Federico De Florio, Vincenzo Manfredi, Mauro Berni e Santo Cogliandro. Al settimo posto Antonello Cesarini, poi Paolo Cardona, Giacomo Vallarino, Andrea Carosso, Sergio Lettich. Al 12° posto Ivano Paganetto.

Flavio Guido




Il Campionato Provinciale di Savona all'emergente Gioseffi

Si è concluso domenica 17 dicembre anche il campionato provinciale savonese che ha visto la partecipazione di 18 giocatori e che si è disputato al Circolo Mille Luci di via Chiabrera, sulla distanza di cinque turni di gioco. La vittoria è andata al giovane Massimiliano Gioseffi, che ha sbaragliato gli avversari e confermato il suo talento in crescita. La scorsa estate, Massimiliano, ancora non classificato, si aggiudicò alla grande l'Open C al torneo del Novotel. Al prossimo aggiornamento Elo di gennaio dovrebbe essere già accreditato di oltre 1740 punti, a conferma dei suoi tangibili miglioramenti.





BRONSTEIN L'APPRENDISTA STREGONE


Il grande maestro russo David Bronstein è morto martedì 5 dicembre a Minsk (Bielorussia), all'età di 82 anni.

David Bronstein è stato l'antitesi del suo compatriota e grande avversario, il campione del mondo Mikhaïl Botvinnik, di cui fu lo sfidante nel 1951 a Mosca. Il grande Botvinnik infatti era il prototipo dell'Homo sovieticus : russo, ingegnere, austero partigiano di un approccio scientifico al gioco degli scacchi. Al contrario, Bronstein, nato a Bila Tserka vicino a Kiev il 19 febbraio 1924, permeava di romanticismo il suo gioco, specialista di brillanti sacrifici, che sorprendendo l'avversario spesso lo destabilizzavano. Famoso per la sua est indiana, all'epoca considerata come un'apertura di secondo piano, e che invece fu in seguito adottata da giocatori del calibro di Fischer e Kasparov.

A 16 anni diventò maestro, dopo la seconda guerra mondiale ebbe rapidi ed impressionanti progressi che lo portarono alla sfida mondiale. Nel 1951 il suo match contro Botvinnik, articolato in 24 partite, fu molto combattuto ed emozionante: nella fase finale Botvinnik era sotto di un punto, ma riuscì, grazie al suo grande bagaglio tecnico, a concludere l'incontro sul 12 a 12, conservando il titolo, secondo le regole allora vigenti. Bronstein non ebbe una seconda chance, e sicuramente l'avrebbe meritata.
Di lui vorremmo citare il volume "l'Apprendista stregone" (edito in Italia da Caissa), dove ricorda, tra l'altro, la grande pressione psicologica di quel match.



"IL VECCHIO E IL BAMBINO"


GODENA CAMPIONE ITALIANO VINCE AL TIE-BREAK
CARUANA, NUOVO ASTRO NASCENTE DELLO SCACCHISMO ITALIANO

Michele Godena si è laureato il 3 dicembre a Cremona per la quinta volta, e per il secondo anno consecutivo, campione italiano assoluto, battendo al tie-break lampo per 2,5 a 1,5 il giovane astro nascente dello scacchismo italiano, il quattordicenne Fabiano Caruana. È stata dura per Godena, che ce l'ha fatta al tie-break vincendo solo dopo quattro patte, tre a cadenza semilampo e una blitz.


Classifica finale:

1°-2° Godena, Caruana 8 punti su 11
3° Manca 7,5
4°-5° Garcia Palermo, Bruno 6,5
6° Borgo 6
7° Piscopo 5,5
8°-9° Vocaturo, Brunello 5
10° Contin 4
11° Scalcione 2,5
12° Sarno 1,5

Ecco il profilo dei due protagonisti.
M.I. Fabiano Caruana
Nasce nel 1992 a Miami, negli Stati Uniti, e risiede attualmente in Spagna. Essendo di madre italiana, ha anche la cittadinanza italiana. Inizia a giocare a scacchi a 5 anni. Nel 2002 vince la medaglia d'oro U10 ai campionati giovanili pan-americani e, a 9 anni, conquista il titolo di MF. L'anno dopo ottiene la sua prima vittoria contro un Grande Maestro, Alexander Wojtkiewicz. Sempre nel 2003 vince nuovamente i campionati giovanili pan-americani, nella categoria U12. Nel maggio 2005 realizza la sua prima norma da M.I. vincendo il First Saturday di Budapest e sempre nello stesso anno ottiene altre due norme. Nel febbraio 2006 vince il torneo di Moratalaz realizzando una performance di 2539 punti e il mese successivo, a soli tredici anni, ottiene la ratifica ufficiale del titolo di Maestro Internazionale. Nel mese di settembre difende i colori dell'Italia in prima scacchiera alla Mitropa Cup di Brno.
 
G.M. Michele Godena
Trevisano, classe 1967, impara a giocare a scacchi nel 1972. Nel 1982 arriva secondo a pari merito al Campionato Mondiale Under 16, dietro il russo Bareev. Diventa Maestro nel 1984 e Maestro Internazionale nell'88. L'anno dopo vince il Torneo Internazionale di Aosta precedendo diversi Grandi Maestri. Da allora vince innumerevoli tornei: Asti, Cannes, Arco di Trento, Bolzano, Genova, Padova, per non citarne che alcuni. Da citare anche il recente primo posto ex-aequo al prestigioso torneo Aeroflot di Mosca. Nel 1996 ottiene il titolo di Grande Maestro e nel 1999 è il primo italiano a raggiungere i 2552 punti Elo. L'anno seguente, nel Campionato Europeo di Mondariz, si qualifica per il Campionato del Mondo, prima volta per un rappresentante dei nostri colori. Conquista per 4 volte il titolo di Campione Italiano Assoluto, nel 1992, 1993, 1995 e 2005. Nel suo palmares figurano inoltre 6 titoli di campione italiano a squadre con il Marostica, 10 partecipazioni alle Olimpiadi e 6 partecipazioni al Campionato Europeo a Squadre.




66° Campionato Italiano Assoluto - tabellone
Nr. Giocatore Cat. FIDE Punti 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12
1 Fabio Bruno IM 2408 6 1/2 x 1/2 0 0 1 1/2 1/2 1 1 1F 1/2 1/2
2 Michele Godena GM 2522 8 1/2 x 1/2 1/2 1 1 1/2 1/2 1 1F 1/2 1
3 Federico Manca IM 2425 7 1/2 1 1/2 x 1/2 1 1 1 1/2 1/2 1 0 1/2
4 Giulio Borgo IM 2420 6 1 1/2 1/2 x 1 1/2 1/2 0 1/2 1 1/2 0
5 Michelangelo Scalcione FM 2325 2 1/2 0 0 0 0 x 0 0 1/2 1/2 1 1/2 0
6 Daniele Vocaturo IM 2441 5 1/2 0 0 1/2 1 x 0 1/2 1 0 1 1/2
7 Sabino Brunello IM 2460 5 1/2 1/2 0 1/2 1 1 x 1 0 1/2 0 0
8 Pierluigi Piscopo IM 2380 5 1/2 0 1/2 1/2 1 1/2 1/2 0 x 1 1 0 1/2
9 Daniel Contin IM 2386 4 0 0 1/2 1/2 1/2 0 1 0 x 1 1/2 0
10 Spartaco Sarno IM 2354 1 1/2 0F 0F 0 0 0 1 1/2 0 0 x 0F 0F
11 Carlos Garcia Palermo GM 2452 6 1/2 1/2 1/2 1 1/2 1/2 0 1 1 1/2 1F x 0
12 Fabiano Caruana IM 2474 8 1/2 0 1/2 1 1 1/2 1 1/2 1 1F 1 x



Fabiano Caruana è arrivato secondo al campionato italiano assoluto
Si è arreso a uno dei più grandi maestri, Michele Godena, ma solo allo spareggio

A 14 anni fa soffrire i grandi campioni
il nuovo mago italiano degli scacchi

Il giovane fenomeno: "Mi alleno 35 ore alla settimana. No, scusate, 50 ore a settimana"

Fabiano Caruana

di GIOVANNI GAGLIARDI (La Repubblica, 4 dicembre 2006)

ROMA - Faccia da ragazzino sveglio, capelli neri ricci e occhialini alla Harry Potter. Il nuovo mago italiano degli scacchi si chiama Fabiano Caruana, ha 14 anni e nessun timore di affrontare i 'grandi'. Lo ha dimostrato combattendo ad armi pari con un fuoriclasse come Michele Godena, 39 anni, considerato il secondo scacchista italiano più forte di sempre. E nonostante questo palmares di prim'ordine, Godena ha dovuto faticare le proverbiali sette camice per aggiudicarsi il suo quinto titolo al campionato assoluto a Cremona: Fabiano, infatti, prima di deporre le armi ha risposto alle mosse del suo avversario colpo su colpo. Dopo due pareggi nelle partite a 25 minuti e un ulteriore pareggio nella prima partita a 5 minuti, Godena è riuscito infine a imporsi solo nella seconda partita 'lampo'.

Fabiano Caruana è nato a Miami, negli Stati Uniti, ma grazie alla madre italiana ha anche il passaporto del nostro paese. Uno status che gli ha permesso di ottenere il diritto di partecipare ai campionati nazionali e di mostrare di quale stoffa è fatto. Attualmente vive in Spagna e nonostante la giovane età ha già raggiunto il titolo di maestro internazionale e ha deciso di fare degli scacchi la sua professione.

Fabiano (classe 1992), ha iniziato a giocare a scacchi a 5 anni. Nel 2002 vince la medaglia d'oro ai campionati giovanili pan-americani. L'anno dopo ottiene la sua prima vittoria contro un Grande maestro, Alexander Wojtkiewicz. Sempre nel 2003 vince nuovamente i campionati giovanili pan-americani.
Poi una carriera incredibilmente piena di successi, a soli 14 anni.
Intervistato dalla rivista Torre & Cavallo, il giovane campione ha raccontato: "Mi alleno 35 ore alla settimana... no, scusate, ho sbagliato a parlare: mi alleno 50 ore alla settimana". Ritmi da vero operaio degli scacchi (straordinari compresi).




GODENA: "LA VERA PALESTRA SONO I TORNEI"

Intervista a Michele Godena di Romagnoli per "Scacchierando"

In una intervista rilasciata a Franco Romagnoli per www.scacchierando.net (dove troverete il testo integrale) nel corso dello svolgimento dell'ultimo turno (in cui aveva già vinto a forfait) Michele Godena ha dichiarato che la partita in cui è convinto di avere giocato meglio è stata quella con Vocaturo e ha aggiunto: "Ero molto preparato su quella variante, mi considero un cultore della Variante Arcangelo della Spagnola. Ero rimasto colpito da quel sacrificio (15...Axh3), la mia partita di riferimento era la Karjakin-Radjabov, in cui si impose il Bianco, ma penso di aver trovato un importante miglioramento con 20...Cf4+. A parte la preparazione in apertura, la partita mi ha soddisfatto perché sono riuscito a non dare spazio al controgioco di Vocaturo, un giocatore che nelle situazioni tattiche si trova perfettamente a proprio agio. La partita è sempre stata sotto controllo, l'ideale per un giocatore".

Sui giovanissimi partecipanti al CIA Godena ha espresso giudizi lusinghieri: "Sono giocatori validissimi, che già ora competono con i più forti in Italia. In particolare Fabiano Caruana è la dimostrazione di un mio convincimento: per raggiungere la massima competitività bisogna dedicarsi agli scacchi in maniera professionale; Fabiano ha intrapreso questa strada presto e il talento che lo accompagna gli farà raggiungere in breve tempo il traguardo di GM. Però se non avesse intrapreso la carriera professionistica in modo così deciso, probabilmente i risultati non sarebbero arrivati né così presto, né in misura così eclatante. In questo campo è da elogiare il sostegno che la FSI, e in particolare il Presidente Giampietro Pagnoncelli, sta dando a questi giovani".

Godena dà poi consigli ai giovani talenti: "Per quanto riguarda i 'buoni maestri' in Italia non è molto semplice trovarne, ma comunque qui al Campionato Italiano ce ne sono diversi che impartiscono lezioni ad alto livello. I libri tutti li possono trovare, mentre per quanto riguarda i tornei, consiglierei senz'altro ad un giovane di talento di cimentarsi in tornei forti e non di accontentarsi di vincere o piazzarsi bene in tornei che sono alla sua portata. Su questo discorso apprezzo molto la decisione di Caruana di non dedicare molto spazio ai tornei giovanili, ma mirare subito in alto. La vera palestra la fanno i tornei, io mi sono formato così".





ASSEMBLEA ANNUALE: LE NUOVE SFIDE DEL CENTURINI

Centurini: immagini dall'ultimo Grand Prix
(da sin.: Fazzuoli, Guido, Brun e Poli)

Un circolo che, consapevole della propria storia, guarda fiducioso al futuro: è questa la fotografia del Circolo come è emersa dall'ultima assemblea annuale che si è tenuta sabato scorso 2 dicembre nella nuova sede sociale di Villa Piaggio, in corso Firenze 24. Certo non è mancata nostalgia, come era inevitabile che fosse, per la vecchia sede, teatro di tanti ricordi e tante battaglie scacchistiche, ma la forza del sodalizio è sempre stata quella di sapere guardare al futuro e imprimere al momento giusto le svolte che si rendevano necessarie. E così è stato anche questa volta, con lungimiranza. Una sede più accogliente, luminosa, con ampi spazi all'aperto, in un contesto ambientale favorevole, in locali di proprietà comunale ci permette di guardare con ragionevole ottimismo al futuro e affinare mirati programmi di crescita.
Il Presidente Faggiani ha preannunciato che, terminata positivamente la prima fase di assestamento del Circolo nei nuovi locali, dove già si possono apprezzare i nuovi servizi offerti ai soci, come Internet (e altri se ne aggiungeranno in futuro), inizierà la seconda fase, più direttamente proiettata all'esterno, al proselitismo e ai contatti con le realtà territoriali.
Le positive risultanze delle iniziative agonistiche in atto, a cominciare dal Grand Prix, dai corsi di scacchi del martedì e del mercoledì, dal torneo Open Autunno, sono i primi segnali di un cambio di marcia che darà ulteriore impulso all'iniziativa sociale.
Il DT Fischer ha relazionato sull'attività 2006, in particolare sui tre tornei organizzati dal Circolo, sui successi individuali dei giocatori, sul rendimento delle squadre del Circolo nel Campionato italiano a squadre, e ha confermato i programmi per il 2007, che vedranno un potenziamento dell'attività sociale con lo svolgimento di tornei a cadenza lunga.
Nel corso della discussione sono state avanzate preoccupazioni per l'alto numero di squadre schierate (quattro), nel timore che questo possa danneggiare la prima squadra impegnata in serie A2, di cui si è ravvisata la necessità di un potenziamento.
Massimo Rivara, responsabile del settore giovanile, ha illustrato la situazione della scuola giovanile con le sue grandi potenzialità, dopo il trasferimento nella nuova sede di Villa Piaggio, che ha consentito, tra le altre cose, di inquadrare in maniera organica i ragazzi della "giovanile" all'interno della vita del Circolo.

In apertura non è potuto mancare il caro, affettuoso ricordo dei soci scomparsi nel corso dell'anno: di Enrico Merani, di Roberto Strazzeri e di Giorgio Di Liberto, Presidente del sodalizio dal 1978 al 2005, di cui è stato ricordato l'importante contributo alla storia del Circolo.





SANTA SABINA E NERVI: NUOVI PRESIDENTI

Sta cambiando lo scacchiere delle presidenze nei circoli genovesi.

Marco Rossi è il nuovo presidente del Circolo di Santa Sabina. Eletti nel direttivo Pugliese, Pino, Costi e D'Ambrosio. Novità anche al circolo Genova Scacchi di Nervi dove l'assemblea dei soci il 28 novembre scorso ha eletto presidente Davide Cusato (Astengo, Bario, Brugnolo, Forgione e Iacono sono stati eletti Consiglieri), dopo le dimissioni irrevocabili presentate e motivate all'assemblea da Luciano Ferraro.

Ai Presidenti uscenti, Mentil e Ferraro, giungano i nostri ringraziamenti per l'opera svolta e a quelli entranti, Rossi e Cusato, i migliori auguri di buon lavoro.