Notiziario mensile del
Circolo Scacchistico Genovese L. Centurini
http://members.xoom.it/Centurini/
Numero 60 Maggio 2001 - Anno VI

Guido, Di Paolo, Pernigotti, Massa protagonisti della grande impresa in serie A2


Un Centurini scatenato vince il girone e va allo spareggio per salire in serie A1!


La favola di questa squadra continua: con un secco tre a uno il Centurini batte, in casa, domenica 22 aprile, nell'incontro decisivo la Siar Grugliasco (squadra del Circolo Cassetta Popular di Torino), stravince il girone 1 della serie A2 e conquista il diritto di disputare l'incontro di spareggio per la promozione in serie A1, che si giocherà probabilmente sabato 19 maggio in quel di Novi Ligure, contro Desio Milano, vincitrice del girone 2.
L'ultimo incontro ci ha fatto palpitare fino all'ultimo: Massa pattava abbastanza rapidamente contro il suo avversario Pepino, mentre Guido, in forma smagliante, passava presto in vantaggio sul maestro De Santis. Ma Di Paolo e Pernigotti sembravano in difficoltà. E così i nostri sogni sembravano doversi infrangere. Ma questo Centurini non è soltanto un team dall'elevato tasso tecnico, ma è una squadra completa, vera, capace di soffrire e stringere i denti. E vincere. Flavio, fresco della seconda norma di maestro internazionale, batteva De Santis con risolutezza. A questo punto mancava solo mezzo punto, mezzo maledetto punto per pattare l'incontro e vincere il girone! Ma Raf, contro Racioppo, aveva due pedoni in meno e Carlo era sotto attacco... Puntuale è arrivata la magia: Di Paolo, da quel grande giocatore di talento e fantasia che è, riusciva a pattare il finale con gli alfieri contrari e due pedoni in meno. Era fatta! Ma non finiva lì: Pernigotti, contro Faraoni, a perdere non ci stava, ribaltava la posizione e addirittura vinceva con scaccomatto! Era il trionfo! Capitan Poli, che non aveva nascosto durante il pomeriggio attimi di autentica sofferenza, manifestava platealmente la sua esultanza, il Presidente Di Liberto raggiante si congratulava con i protagonisti dell'impresa. E così Nanni, Faggiani, Strazzeri e tutti gli altri dirigenti e soci del Circolo, che da Palazzo Ducale, mentre era in corso il torneo delle circoscrizioni, avevano seguito con trepidazione l'andamento del match cogliendo le notizie provenienti da piazza Giustiniani.
Il successo di questa squadra a qualcuno è parso inatteso rispetto alle previsioni della vigilia, tenendo conto del livello elevatissimo del girone, ma è in realtà ampiamente meritato. Inoltre capitan Poli fin dall'inizio del torneo ha azzeccato tutte le mosse, in particolare quella di avere schierato per tutto il campionato in terza scacchiera Carlo Pernigotti, che ha dimostrato grande talento e carattere anche nei momenti più difficili. Guido e Di Paolo, giocatori di grande forza e carisma, non sono stati inferiori a nessuno. Massa ha saputo reggere benissimo il confronto con l'affidabilità e la solidità che lo contraddistingue.
È il successo, certo, di una squadra, ma è anche il successo di una società che su questi giocatori ha scommesso, sicura delle loro qualità tecniche e morali. Ed è una vittoria che è da condividere con tutti i soci, senza i quali questo club non avrebbe mai potuto assurgere ai massimi livelli.
Ora a dieci anni di distanza c'è la concreta possibilità di un ritorno del Centurini nella massima serie del campionato italiano a squadre. Il match di spareggio di Novi Ligure contro la Desio Milano sarà una prova molto impegnativa. Certo, c'è la possibilità di farcela, ma sappiamo bene quanto siano difficili i pronostici in queste circostanze, specialmente quando tutto si decide in un solo incontro. Ma se il Centurini giocherà con lo stesso spirito e la stessa determinazione di questi mesi siamo sicuri che non saranno deluse le trepidanti attese degli scacchisti genovesi e liguri.
Guardando alle performance dei nostri giocatori si nota subito la potenza di questa squadra: Flavio Guido ha ottenuto in prima scacchiera, nelle cinque partite disputate, 3 punti. La media Elo degli avversari era di 2320, la sua performance è stata di 2389, con una percentuale del 60%. Di Paolo, in seconda, ha incontrato una media avversari di 2224, con una performance di 2460 (!) e una percentuale dell'80% (4 punti su 5). Pernigotti ha fatto una performance di 2354 (media avversari 2118) e una percentuale dell'80%. Massa, con quattro patte e una sconfitta, ha realizzato una performance di 2020 (media avv. 2089).
Nella classifica finale del girone il Centurini precede le altre tre squadre piemontesi, mentre Genova Scacchi di Nervi e il DLF Savona non sono riuscite ad evitare la retrocessione in serie B. Vanno a loro i nostri auguri per un pronto riscatto già a partire dal prossimo anno.
Le società che invece si contenderanno il titolo di Campione Italiano a squadre 2001 sono Marostica e Reggio Emilia (prima e seconda nel girone nord serie A1) Montecatini e Palermo (prima e seconda nel girone sud serie A1).
Sede delle semifinali e della finale: Palermo, il 23 e 24 giugno.


Serie A2 girone 1. 5° turno, 22 aprile 2001
Genova Scacchi S.S. Eporediese 1½ - 2½
C.S. Centurini C.S. Torino Pop. 3 - 1
D.L.F. Savona S.S. Torinese 1½ - 2½


GENOVA SCACCHI - EPOREDIESE
Mollero M. ½ Castaldo F. ½; Astengo M. 0 Ranieri F. 1; Cirabisi F. 0 Mariano E. 1; Astengo C. 1 Aglietti G. 0


GE-CENTURINI - SIAR SCACCHI GRUGLIASCO
Guido F. 1 De Santis A. 0; Di Paolo R. ½ Racioppo P. ½; Pernigotti C. 1 Faraoni E. 0; Massa G. ½ Pepino E. ½


D.L.F. SAVONA - TORINESE
Collareta G. ½ Lazic M. ½; Molinari M. 1F Mrdja M. 0F; Berni M. 0 Rivello R. 1; Tedeschi P. 0 Cordara M. 1


Classifica finale

    Punti Sc.
C.S. Centurini 2 3 5 7 9 9 13
S.S. Torinese 2 4 5 5 7 7 11½
C.S. Torino Popolare 2 2 3 5 5 5 12
S.S. Eporediese 0 1 2 2 4 4 9
Genova Scacchi 0 2 3 3 3 3
D.L.F. Savona 0 0 0 2 2 2 7


Serie B
Niente da fare in serie B per la nostra formazione, che solo vicendo l'ultimo incontro contro la Torinese 1 avrebbe potuto salvarsi. Solo Nicolis è riuscito a portare a casa mezzo punto. La partecipazione al campionato è stata comunque utile per la formazione e la crescita scacchistica dei giovani giocatori del Centurini che vi hanno partecipato: Rodriguez, Bertino e Strazzeri.

5° turno, 22 aprile 2001
C.S. Imperiese S.S. Torinese 2 4 - 0 f.
C.S. Torino PBT C.S. La Spezia 1 - 3
C.S. Centurini S.S. Torinese 1 ½ - 3½


Classifica finale

    Punti Sc.
C.S. La Spezia 2 4 6 8 10 10 17
C.S. Imperiese 2 3 5 4 6 6 12½
C.S. Torino PBT 0 2 4 6 6 6 12½
S.S. Torinese 1 2 2 2 2 4 4
C.S. Centurini 0 1 1 1 1 1
S.S. Torinese 2 0 0 -1 1 1 1 4


Serie C girone 1

Classifica finale

    Punti Sc.
C.S. Sarzana Torre 2 4 X 5 7 7 12
C.S. Sarzana Alfiere 0 2 4 X 6 6
C.S. Rutese 1 1 1 3 4 X 4
C.S. Rutese 2 1 X 1 3 3 3 7
C.S. Sammargheritese X            


Serie C girone 2

Classifica finale

    Punti Sc.
C.E. Montecarlo X 2 4 6 8 8 13½
C.S. Acquese 2 X 2 4 6 6 10
D.L.F. Albenga 0 2 4 4 X 4
U.S. Santa Sabina 2 2 2 X 2 2 7
Genova Scacchi 0 0 X 0 0 0 0


Serie promozione

SPAREGGI

8 aprile 2001
(A) 1ª class. girone 1 - 2ª class. girone 2
(B) 1ª class. girone 2 - 2ª class. girone 1

(A) Sarzana Cavaliere - S.Sabina 'B' 3 - 1
(B) D.L.F. Savona - Sammargheritese 3½ - ½

Sarzana Cavaliere e D.L.F. Savona sono promosse in Serie C

22 aprile 2001
S.Sabina 'B' - Sammargheritese 2 - 2
(1-0, 1-0, 0-1, 0-1)
S.Sabina 'B' è la terza squadra promossa in Serie C


De Santis - Guido Flavio [E59]
campionato italiano a squadre, 23.04.2001

1.d4 Cf6 2.c4 e6 3.Cc3 Ab4 4.e3 0-0 5.Ad3 c5 6.Cf3 d5 7.0-0 Cc6 8.a3 Axc3 9.bxc3 dxc4 10.Axc4 Dc7 11.De2 e5 12.Cxe5 Cxe5 13.dxe5 Dxe5 14.f4 De7 15.f5 Ad7 16.Ad2 Ac6 17.Tae1 Tad8 18.Ac1 Tfe8 19.Da2 b5 20.Ab3 c4 21.Ac2 De5 22.e4 Cg4 23.Af4 Dc5+ 24.Rh1 Cf2+ 25.Txf2 Dxf2 26.Ag3 Dd2 27.Db1 Dxc3 28.Te2 Td2 29.Ae1 Dxc2 30.Dxc2 Txc2 31.Txc2 Axe4 32.Tc1 Axf5 33.Rg1 Te3 34.Ab4 Ae6 35.Td1 h5 36.Rf2 Tb3 37.Tc1 a5 38.Axa5 Txa3 39.Ab4 Ta2+ 40.Rf3 Ad5+ 41.Rf4 Txg2 42.Td1 Ae6 43.Td8+ Rh7 44.Tb8 Txh2 45.Txb5 Th4+ 46.Re3 Rg6 47.Tc5 Tg4 48.Te5 h4 49.Rf3 Tg3+ 50.Rf2 Tb3 51.Ae7 h3 52.Tg5+ Rh6 53.Rg1 Tb7 0-1


Di Paolo - Racioppo [B40]
campionato italiano a squadre, 22.04.2001

1.e4 c5 2.Cc3 a6 3.g3 b5 4.Ag2 Ab7 5.d3 e6 6.Cf3 Ae7 7.0-0 b4 8.Cb1 d6 9.a3 a5 10.axb4 axb4 11.Txa8 Axa8 12.Cbd2 Cc6 13.Cc4 Cf6 14.Te1 0-0 15.b3 Cd7 16.Ab2 Dc7 17.d4 cxd4 18.Cxd4 Cxd4 19.Axd4 e5 20.Ab2 Cf6 21.De2 Ac6 22.Dd2 Tb8 23.f3 Da7+ 24.Rh1 Dc5 25.Ta1 Ta8 26.Txa8+ Axa8 27.De3 Dxe3 28.Cxe3 Rf8 29.Cf5 g6 30.Cxe7 Rxe7 31.Rg1 Cd7 32.Ac1 Cb8 33.Ad2 Cc6 34.Af1 Cd4 35.Axb4 Cxf3+ 36.Rf2 Cxh2 37.Ae2 Axe4 38.c4 f5 39.c5 dxc5 40.Axc5+ Rd7 41.b4 Cg4+ 42.Axg4 fxg4 43.Ae3 Ac6 44.Ag5 Re6 45.Re3 Rd5 46.Ae7 Re6 47.Ad8 Rf5 48.Ae7 h6 49.Ad8 Re6 50.Rd3 Rf5 51.Re3 g5 52.Ae7 Re6 53.Ad8 Rd5 54.Af6 e4 55.Ag7 h5 56.Af6 Rc4 57.Axg5 Rxb4 58.Af6 Rb3 59.Rd2 Ab5 60.Ae7 1/2-1/2


Faraoni - Pernigotti [C01]
campionato italiano a squadre, 22.04.2001

1.e4 e6 2.d4 d5 3.exd5 exd5 4.c4 Cf6 5.Ad3 Ae7 6.Ce2 0-0 7.Cbc3 dxc4 8.Axc4 c6 9.0-0 Cbd7 10.Te1 Cb6 11.Ab3 Af5 12.Cg3 Ag6 13.f4 Ad6 14.Df3 Dd7 15.Tf1 Af5 16.h3 Ae6 17.Ac2 Ac4 18.Te1 Tfe8 19.Te5 Ad5 20.Df2 Tac8 21.Cxd5 Cbxd5 22.Af5 Dc7 23.Axc8 Txc8 24.Ad2 c5 25.Tc1 c4 26.Tce1 b5 27.Cf5 Af8 28.Df3 g6 29.Cg3 Dd7 30.a3 a6 31.f5 Ag7 32.Rh1 Cb6 33.fxg6 hxg6 34.Te7 Dd5 35.Df4 Tf8 36.T7e5 Dd8 37.Aa5 Cfd5 38.Df3 Axe5 39.dxe5 Dd7 40.Axb6 Cxb6 41.Ce4 De7 42.Cf6+ Rg7 43.Dg4 Td8 44.Dh4 Th8 45.Dd4 De6 46.Te3 Cc8 47.Ce4 Ce7 48.Cg5 Dd5 49.Df4 Cf5 50.Tf3 Tf8 51.Rh2 Dd4 52.Ce4 Te8 53.g4 Txe5 54.gxf5 Txe4 55.f6+ Rh7 56.Dc7 Te2+ 57.Rg3 Dg1+ 58.Rf4 Dh2+ 59.Tg3 Df2+ 60.Rg5 Df5+ 0-1


Massa - Pepino [B76]
campionato italiano a squadre, 22.04.2001

1.e4 c5 2.Cf3 d6 3.d4 cxd4 4.Cxd4 Cf6 5.Cc3 g6 6.Ae3 Ag7 7.f3 0-0 8.Dd2 Cc6 9.g4 Cxd4 10.Axd4 Ae6 11.0-0-0 Da5 12.Rb1 Tfc8 13.a3 Tab8 14.h4 b5 15.Cd5 Dxd2 16.Cxf6+ Axf6 17.Txd2 Axd4 18.Txd4 a5 19.g5 b4 20.axb4 axb4 21.Ae2 Tc5 22.b3 d5 23.exd5 Txd5 24.Txd5 Axd5 25.Td1 e6 26.Td4 Rf8 27.f4 Re7 28.Rb2 Rd6 29.Td1 Rc5 30.Ta1 Rd4 31.Ta7 Tb7 32.Txb7 Axb7 33.Ab5 Re4 34.Ae8 Rxf4 35.Axf7 Rg4 36.Axe6+ Rxh4 37.Ag8 Rxg5 38.Axh7 1/2-1/2


9°FESTIVAL SCACCHISTICO INTERNAZIONALE CITTÀ DI GENOVA
9th International Chess Tournament of Genoa

dal 19 al 25 NOVEMBRE 2001

Sede di gioco Palazzo Ducale P.za Matteotti 8
November 19th to 25th 2001. At Palazzo Ducale




TORNEO DELLE CIRCOSCRIZIONI

IL MEDIO PONENTE SI RIPRENDE LA CORONA

Sabato 21 e domenica 22 aprile si è svolta al ducale la V edizione del torneo delle Circoscrizioni. Vittoria della formazione del Medio Ponente (Sestri, Cornigliano), che strappa la corona al Ponente, che aveva avuto la meglio nell'ultima edizione.
Il freddo, specialmente nel pomeriggio di sabato, la concomitanza con parecchie partite del campionato italiano a squadre, sembravano non dovere giocare a favore della manifestazione, ma questo non ha impedito la partecipazione, in totale, di almeno una cinquantina di giocatori. Cinque le circoscrizioni partecipanti: Medio Ponente, Ponente, Centro Est, Centro Ovest e Levante.

Classifica finale:
1°) Medio Ponente punti 10 capit. Massimo Sciacca
2°) Centro Est punti 8 capit. Renato Emanuelli
3°) Ponente punti 6 capit. Guido Tonna
4°) Levante punti 4 capit. Giorgio Di Liberto
5°) Centro Ovest punti 2 capit. Luciano Guglielmone

La squadra vincitrice era composta da Molinari, Sciacca, Berni, Lettich, Traverso, Accardo, Gualdi, Falcone, Valentini, Tamarazio, Canu e Vallarino.
Centro Est, giunta seconda, era formata da Emanuelli, Nicolis, Silvestri, Rivara, Bavosi, Gianotti, D'Alessio, G. Guido e Giustini.
Al terzo posto il Ponente di Tonna, Di Paolo, Massa, Paganetto, Cesarini, Nazzani, Baggiani, Maiori, Campanella.
Appuntamento per tutti per la VI edizione di questo classico palio scacchistico cittadino per il maggio 2002.

TORNEO DELLE CIRCOSCRIZIONI
SILVESTRI, RIVARA E BAVOSI SOTTO SFORZO


LA GRINTA DI BELLONE GARDINI E GUGLIELMONE



IL PRESIDENTE CANU PREMIATO

SOTTO: FOTO DI GRUPPO DEI VINCITORI DEL TORNEO
Si ringrazia Stefano Iacono per il servizio fotografico





KASPAROV, KRAMNIK E KARPOV UNITI CONTRO LA FIDE

Chi l'avrebbe mai detto? Gli ex campioni del mondo Anatolij Karpov e Garry Kasparov, nemici di sempre, si sono alleati per la prima volta contro la Federazione internazionale, insieme a Vladimir Kramnik, che ha sconfitto Kasparov sei mesi fa in un match mondiale ufficioso. I tre super GM russi hanno firmato una lettera aperta di protesta, indirizzata alla "comunità internazionale degli scacchi" e pubblicata il 20 aprile su Kasparov Chess (versione russa), per la drastica riduzione della cadenza di gioco, l'attuale formula del mondiale e la pretesa della FIDE di organizzare un Grand Prix in competizione con i tornei di Linares, Wijk aan Zee e Dortmund.
"Ridurre drasticamente il tempo di riflessione per la partita è un attentato contro i giocatori e gli elementi artistici e scientifici dello stesso gioco degli scacchi", hanno scritto i tre K. E più avanti: "La FIDE rivendica un titolo che esisteva molto prima della sua fondazione e, possiamo dire, esisterà a lungo anche quando essa non esisterà più. Un secolo di tradizione non può essere cancellato dicendo che è così e basta". E ancora: "La minaccia di organizzare tornei FIDE in competizione con quelli tradizionali è niente meno che un attacco diretto a organizzatori, giocatori e fans di eventi quali Linares, Dortmund e Wijk aan Zee". I tre russi si sono dichiarati quindi pronti "a combattere in prima linea la battaglia per proteggere la condizione e l'eredità del gioco che amiamo".
In risposta alla lettera il nigeriano Emmanuel Omuku, amministratore esecutivo della FIDE, ha replicato punto per punto sul sito ufficiale della federazione. Quanto alla riduzione della cadenza di gioco, la FIDE avrebbe preso la decisione "dopo aver consultato una parte influente di amministratori, giocatori e sponsor del nostro nobile sport", raggiungendo in seguito un compromesso con alcune federazioni europee. Sulla sovrapposizione di date fra tornei del Grand Prix e altri tradizionali, si tenterà di "assicurare che il periodo di svolgimento degli uni non sia in conflitto con quelle degli altri". Infine, riguardo all'assegnazione del titolo di campione del mondo, viene rilevato come "la dichiarazione di Teheran fornisca una ben documentata prova storica di come la FIDE sia diventata custode di questo titolo dal 1946".




LISTA FIDE: NON CONTEGGIATI I TORNEI ITALIANI, SI DIMETTE BOMBELLI

Nella lista Elo FIDE del 1° aprile non sono stati ancora conteggiati numerosi tornei, compresi quelli giocati nel nostro Paese, di cui è stato fatto regolare rapporto alla Federazione internazionale.
Questo fatto ha indotto il responsabile italiano per il rating FIDE, Lanfranco Bombelli, a rassegnare le proprie dimissioni dall'incarico. "Sono personalmente certo di non avere colpe", scrive Bombelli in una lettera inviata al presidente della FSI Alvise Zichichi, "ma mi assumo comunque la responsabilità oggettiva". E più avanti: "Questa situazione segue quella della lista 1° gennaio quando - per la cronaca convalescente da una grave malattia - dovetti sottopormi a giorni di lavoro per rettifiche e reclami, fortunatamente quasi tutti recepiti". Bombelli specifica comunque che la sua lettera non vuol essere "un attacco alla FIDE in generale e neppure al suo ufficio competente.
Vivendo quotidianamente i problemi della gestione dell'Elo Italia, non mi è difficile comprendere i giganteschi problemi di operatori che si sorbiscono decine di migliaia di giocatori e migliaia di tornei, di tutto il mondo, magari con scarsità di personale e mezzi, magari alle prese con un'informatizzazione accelerata e i suoi rischi".



L'ULTIMA MISSIONE DI FRITZ 5.32

Sul sito della Chessbase (www.chessbase.com) si compiange la "scomparsa" di Fritz 5.32. Una copia del programma ha trascorso due anni sulla stazione spaziale russa Mir, e con essa è andata distrutta lo scorso 23 marzo a seguito dell'impatto con l'atmosfera terrestre.
Fritz era stato spedito sulla Mir dalla base di lancio di Naikanur, in Kazakhstan, nel 1999, e utilizzato per partite di svago dai membri dell'equipaggio; tra questi Sergei Avdeev, l'uomo che ha stabilito il nuovo record di permanenza nello spazio.
Quando la stazione spaziale è stata abbandonata, il programma è stato lasciato a bordo.



EUGENIO BUZZONI CAMPIONE REGIONALE DEI GIOVANISSIMI

Un'altra bella notizia ha allietato il Circolo in questi giorni. Eugenio Buzzoni, il nostro socio più giovane, si è laureato campione regionale per la categoria giovanissimi (10-12 anni), qualificandosi per la finale del campionato italiano, che si disputerà a Villeneuve (AO) nel mese di luglio. Eugenio già l'anno scorso aveva vinto il campionato provinciale per la categoria pulcini. Gioca con grande determinazione e generosità, ha un'autentica passione per gli scacchi, di cui non trascura lo studio e la preparazione teorica.
A questa bella speranza dello scacchismo genovese vanno tutti gli auguri dei soci del Circolo.



SCACCOMATTO:

P.za Giustiniani 7/2 - Tel: 2477648 - 03475550662
Email: marcofaggiani@libero.it
http://members.xoom.it/Centurini//
Redazione: M. Faggiani, R. Strazzeri