Notiziario mensile del Circolo Scacchistico Genovese L. Centurini
Numero 2 - Febbraio 1996



CRESCE L'ATTESA PER IL TORNEO
WEEK-END DI MARZO
Bene, il Torneo Week-end di marzo organizzato dal Circolo si avvicina: sarà l'evento scacchistico genovese del mese. La macchina organizzativa è in moto da gennaio: fax, lettere, telefonate, distribuzione di bandi. La manifestazione si svolgerà in due week-end: 1-2-3 e 15-16-17 marzo. Troverete il bando allegato al notiziario. Ricordiamo, comunque, che la manifestazione comprenderà un Open A, riservato ai giocatori con Elo, e un Open B per tutti gli altri. La sosta di due settimane fra la prima parte del torneo e la seconda è dovuta allo svolgimento, il 10 marzo, del secondo turno del Campionato italiano a squadre (il nostro Circolo è impegnato con quattro formazioni). La pausa sarà comunque utile per tutti: per chi avrà concluso positivamente la prima parte del torneo, e potrà così prepararsi per il "rush" finale; ma anche per gli altri giocatori, che mediteranno il "riscatto", magari sorretti dall'approfondimento e dallo studio di nuove varianti e piani strategici.
La sede di gioco, gentilmente messa a disposizione per l'occasione dal Sig. Quaglia, sarà l'ampio salone adiacente ai locali del Circolo. Non mancherà il servizio ristoro, curato dall'inossidabile Arkel.
Non ci resta che invitare tutti, ma proprio tutti, a partecipare: un torneo è un'occasione per crescere scacchisticamente e fare nuovi incontri; un torneo diverte ed appassiona e il clima agonistico e sportivo che si respira stimola a migliorare il proprio gioco (oltrechè il proprio Elo, con eventuali promozioni). E l'ineffabile Berardi marcherà tutti "ad uomo" per garantire il corretto svolgimento della gara.



"PRIMAVERA" SCACCHISTICA!
Dal 23 febbraio al 3 marzo 1996 a Genova, nel corso della Fiera Primavera, si terrà un'importante manifestazione scacchistica di alta spettacolarità organizzata dal nostro Circolo, con il coinvolgimento dei visitatori del Salone. Alcuni maestri del Centurini, dal lunedì al venerdì, si esibiranno in una serie di simultanee contro chiunque vorrà partecipare. In particolare, il M° Di Paolo ogni giorno terrà una simultanea alla cieca contro sei persone del pubblico. Su sei scacchiere murali verranno riportate le mosse dei giocatori.
Un particolare ringraziamento va al socio Ottavio Di Maria per l'operato svolto in favore dell'iniziativa. Un grazie fin d'ora a tutti coloro che, con la loro presenza, presteranno un valido contributo alla riuscita della manifestazione. Gli scacchi hanno immensamente bisogno di iniziative promozionali e divulgative come questa .E noi proseguiamo sulla fruttuosa linea che l'anno scorso ci ha visto partecipare allo "Sport Show".



NERVI: BRAVO NURKIC!
Anche quest'anno il Circolo di Nervi ha organizzato il consueto festival internazionale week-end, al quale hanno partecipato 83 giocatori, fra cui alcuni forti maestri di nazionalità estera, come il MI Nurkic, da tempo presente sulla scena agonistica italiana. Il Centurini è stato rappresentato da ben 15 giocatori: Guido F., Di Paolo, Cirabisi, Astengo, Romano, Mollero, Faggiani, Rivara, Guido G., Nicolis, Orlandi, Roversi, Roggero, Barbagelata, Pistone. Insomma, diremmo proprio una presenza di tutto rispetto.
La manifestazione ha avuto luogo presso la Circoscrizione di Nervi e presso la Società Operaia di Mutuo Soccorso nei giorni 20-21 e 27-28 gennaio '96. La formula è stata quella dell'open doppio (Open A per giocatori con Elo ≥ 1500 e Open B per gli altri), abbinamenti con sistema italo-svizzero e spareggio tecnico Bucholz. I tempi di riflessione erano di un'ora per le prime 20 mosse più un'ora per terminare.
Meritato vincitore Sahbaz Nurkic, maestro internazionale bosniaco, con 7 punti su 8. Al secondo posto, con 6 su 8, per spareggio tecnico sul connazionale Seitaj, l'albanese Zegir Sula. Questa estate avevamo incontrato Nurkic al Festival internazionale di Bratto. Erano i giorni più bui della guerra in Bosnia e lui non nascondeva la sua preoccupazione per la sua terra. A Nervi ci ha detto di essere ora più ottimista dopo l'intervento delle forze di pace. Pensa di tornare presto a casa, senza nascondersi, comunque, che il processo iniziato sarà lungo e difficoltoso. Ma torniamo al torneo di Nervi.

Classifica finale:
Open A: 1°) Nurkic S. 7 su 8. 2°/4°) Sula Z., Seitaj I., Guido F. 6. 5°/8°) Cirabisi F., Romano E., Sciacca M., Mollero M. 5,5. 9°/12°) Di Paolo R., Grassi P., Caprioglio T., Nucci L. 5. (Seguono altri 30 giocatori).
Open B: 1°) Parodi C. 7 su 8. 2°) Candiani A. 6,5. 3°) Strazzeri R. 6. 4°/5°) Damasio D., Ruggiero N., Brugnolo P. 5,5. 7°/13°) Fabbricini D., Roversi S., Magni E., Molina M., Tesoro A., De Giorgio G., Strazzeri M. 5. (Seguono altri 27 giocatori).
Da rimarcare l'ottimo risultato complessivo conseguito dai nostri giocatori (in cinque si sono classificati tra i primi nove nell'Open A, mentre nell'Open B buona prestazione di Roversi e Roggero che hanno lottato fino all'ultimo per la promozione).



PARTE IL GRAND PRIX:
VOLA DI LIBERTO (6 SU 6)
Un Di Liberto in forma smagliante ha vinto la prima prova del Grand Prix semilampo 1996, giocata sabato 27 gennaio, realizzando 6 punti su 6. Hanno gareggiato 14 giocatori e, tenendo conto della concomitanza del torneo di Nervi (83 giocatori di cui 15 del Centurini), possiamo ritenerci soddisfatti della partecipazione. Ecco la classifica finale: 1) Di Liberto (CM) 6; 2) Accardo (2N) 4,5; 3) Emanuelli (CM) 4; 4) Poli (1N) 4; 5) Famà 3,5; 6) Grubesich (1N) 3,5; 7) Fazzuoli (2N) 3,5; 8) Falcone (2N) 2,5; 9) Carreri (3N) 2,5; 10) Tassinari (3N) 2; 11) Arkel (3N) 2; 12) Campanella (1S) 2; 13) Canepa (NC) 1,5; 14) Bilardo (NC) 0,5.
Il prossimo appuntamento del GP è fissato per sabato 24 febbraio alle ore 15.



RIPENSANDO ALL'ASSEMBLEA SOCIALE...
Sabato 20 gennaio 1996 si è tenuta l'Assemblea annuale dei soci. Pensiamo di fare cosa gradita nel ricordare i temi principali che sono stati trattati, tanto più che non tutti gli iscritti al Circolo hanno potuto partecipare a causa della concomitanza del torneo di Nervi. Il 1995 è stato un anno ricco di iniziative per il Centurini: Sport Show, Grand Prix semilampo, campionato cittadino, corsi di perfezionamento, Palazzo Ducale, ecc. All'interno del Circolo si è proceduto all'informatizzazione del dati tramite PC, ad una nuova gestione della biblioteca, alla ideazione e alla stampa del notiziario.
Naturalmente in Assemblea, però, si è giustamente guardato al futuro. Parecchie sono le idee e le iniziative già in cantiere per il 1996, alcune di esse già in fase di attuazione: il Torneo week-end di marzo; la presenza del Circolo alla Fiera Primavera (estremamente importante e di buon auspicio per il futuro), la nuova edizione del Grand Prix semilampo; il corso di perfezionamento tenuto da Di Paolo e altro ancora.
Nel corso della discussione alcuni soci (in particolare Fazzuoli) hanno evidenziato come al Circolo si giochi prevalentemente lampo o semilampo, a discapito del gioco con cadenza più lenta. Si tratta di una giusta osservazione, tanto che si è deciso di organizzare tornei "training" con cadenza di un'ora e mezza. È stato proposto anche il ripristino della "scaletta", per incentivare le sfide fra i soci e le partite "lunghe".
Si è anche rilevata la scarsa partecipazione dei soci al torneo sociale di quest'anno. La direzione tecnica studierà una formula che possa maggiormente incentivare in futuro la partecipazione dei soci.



Calendario

Lovere (BG): 17-18 e 24-25 febbraio. Week-End
Santa Margherita: 18 febbraio ore 10 Torneo semilampo (tel. 0185/283768)
Genova: Sabato 24 febbraio ore 15 Grand Prix semilampo al Centurini
Viareggio: Festival Carnevale 23-25 febbraio (tel. 0584/745453)
Milano: Festival Week-End 9-10 e 16-17 marzo (tel. 02/8692171)
Genova: Festival Week-End al Centurini. 1- 2- 3 e 15- 16- 17 marzo. Open A e B
Celle Ligure: Festival Internazionale 30 marzo - 6 aprile




Zeitnot

Elo Fide. Dalla lista Elo Fide aggiornata al 1° gennaio 1996: Guido F. 2320; Di Paolo 2275; Emanuelli 2255; Cangiotti 2220; Cirabisi 2205; Astengo 2095; Romano 2095.
Quota sociale. L'Assemblea sociale ha stabilito la quota sociale per il 1996 in £. 200.000 (comprensiva di £. 10.000 di iscrizione alla FSI). Per il cartellino tecnico (obbligatorio nel Campionato italiano a squadre e in tutte le competizioni ufficiali ove previsto) la FSI ha confermato la cifra di £ 20.000.
Campionato italiano a squadre. Prende il via domenica 25 febbraio. Quattro le nostre formazioni, impegnate nelle serie A2, B2 e C.
La squadra di A2 giocherà in casa contro la "Torinese DLF". Trasferta a Pistoia per la formazione di B2. Per quanto riguarda la serie C: una delle nostre squadre giocherà a Lucca, mentre l'altra ad Asti.




Partecipare a tornei di scacchi è sempre un'esperienza interessante. Molti nostri soci durante l'anno gareggiano in competizioni in Italia e all'estero. Da qui l'idea: perchè non riservare uno spazio di "Scaccomatto" alle cronache e alle riflessioni di chi partecipa ai tornei? Invitiamo tutti i soci a diventare anche loro cronisti scacchisti. Intanto in questo numero una gustosa corrispondenza dal nostro "inviato speciale" nella Foresta Nera!

Mondiale Seniores a Bad Liebenzell
di Giorgio Di Liberto

In un delizioso paesino della Foresta Nera, Bad Liebenzell, si è svolto, dal 12 al 26 novembre 1995, il 5° Campionato Mondiale open over 60, maschile e femminile. Bad Liebenzell ha 6900 abitanti, ed è a pochi chilometri di distanza da Bad Wildbad, che aveva ospitato la stessa manifestazione nel 1993. L'idea di organizzare un campionato mondiale over 60, aperto a tutti i giocatori "in pensione" e di farlo giocare in un'amena stazione termale, di cui la Germania è piena, si è evidentemente basata su tre fattori: innanzitutto la disponibilità dei giocatori ultrasessantenni (sia in termini finanziari sia in termini di tempo libero), la disponibilità degli albergatori a praticare prezzi speciali in un periodo di totale assenza di turisti; e, non ultimo, la possibilità data anche agli amatori meno bravi di battersi con giocatori di alto livello. La formula, evidentemente, funziona; gli iscritti ai tornei (maschile e femminile) sono sempre più di 200, e il successo è assicurato.
Sistemata a ridosso delle montagne, in un territorio ricco di foreste, fiumi e ruscelli, Bad Liebenzell si trova a pochi chilometri da Pforzheim, da Karlsruhe e da Stoccarda. La cittadina è una tipica località tedesca: pulita e ordinata, la vita vi si svolge in una atmosfera rilassata e piacevole; la cortesia e - in molti casi - la cordialità dei negozianti e degli albergatori rende subito calda e amichevole una vacanza scacchistica veramente fuori dal comune. L'assenza di qualsiasi traccia di degrado, di maleducazione (nelle ore di minor traffico e appena fuori dal paese, la gente che incontri ti saluta con il classico "Gruss Gott" dei tedeschi meridionali; le auto rispettano scrupolosamente le strisce pedonali, le campane della chiesa - ci sono due chiese, una cattolica e una protestante - che usualmente battono le ore, i quarti, le mezz'ore e i tre quarti cessano di suonare alle nove di sera e riprendono alle sette del mattino). A questo proposito permettetemi di narrarvi brevemente la storia di un mio amico, che ha acquistato un piccolo appartamentino sulle alture di Genova, dove trascorre le vacanze; ha dovuto cederlo a poco prezzo per la disperazione: non si era reso conto che a pochi metri dalla casa c'era la chiesa, le cui campane suonavano, appunto, tutte le ore e i quarti della notte riempiendo di atroci sofferenze le veglie forzate del malcapitato; né una gentile richiesta al parroco, né una denuncia al sindaco e ai carabinieri ha sortito un buon effetto. Questo - a parer mio - è un calzante esempio di come, in Italia, il buon senso troppe volte sia una merce poco reperibile. Naturalmente alcuni leggeranno questa mia opinione e diranno che non bisogna generalizzare: ma è mio parere che i difetti e le qualità dei popoli si basano su cento, mille indizi che - sommati - danno una idea sufficientemente chiara e credibile dei comportamenti generali.
Ma tornando al torneo, si giocava in una vasta ed elegante sala del "Kursal", con ampie finestre, illuminata da grandi lampadari di cristallo, in una cornice di rara distinzione ed eleganza. I 193 partecipanti del torneo maschile e le 24 signore del torneo femminile hanno giocato in condizioni eccellenti: ancora una volta (io avevo già partecipato alla terza edizione, sempre organizzata dalla "Chess-Org") la cura meticolosa applicata ai dettagli più insignificanti ha sfiorato la perfezione. Tutti i giocatori avevano la possibilità di spostarsi dalla propria scacchiera senza la minima necessità di "farsi strada" o di disturbare gli altri giocatori. Le toelettes erano ampie e nitidissime, gli asciugamani auto-avvolgenti, sempre lindi tanto alle 14, ora di inizio delle partite, quanto alle 21, termine massimo di riflessione. Il corridoio centrale, che dava la possibilità al pubblico di vedere da vicino le mosse dei migliori giocatori (le prime 24 scacchiere erano sistemate in prossimità del corridoio), era munito di transenne cordonate da ambo i lati. Una cameriera silenziosa e diligente spingeva un carrello con bevande e caffè; e il silenzio era assoluto. Una speciale attenzione era dedicata alla temperatura: qualunque fosse la situazione all'esterno (abbiamo avuto giorni bellissimi, ma talvolta il termometro scendeva fino a dieci, dodici gradi sotto zero), le condizioni dell'ambiente erano ideali non solo quando la sala era ancora vuota, ma anche quando, nel pieno pomeriggio, l'affollamento era al culmine. (Il GM Lein, venuto apposta da New York, dove vive, girava sempre con una camicia con le maniche corte).
Contemporaneamente, in un'altra sala del Kursal si giocava un Open con una sessantina di giocatori; una vera festa di scacchi, senza il minimo inconveniente o il più piccolo intoppo. Ogni giorno, prima dell'inizio del turno, ogni giocatore riceveva copia del bollettino con i risultati del turno precedente (completi di ogni dettaglio sulle partite giocate, avversario, colore, Elo), classifiche con punteggio tecnico aggiornato, e alcune tra le migliori partite. Gli alberghi e le pensioni offrivano prezzi speciali per i giocatori e le famiglie (e solo a loro, infatti, bisognava indirizzare le prenotazioni a "Chess Org", che si curava poi di trasmetterle ai vari alberghi scelti). Anche i negozi erano stati coinvolti nella manifestazione: molti di essi avevano installato nelle vetrine dei grandi diagrammi con problemi e studi; e per chi non riuscisse a risolverli, la soluzione era disponibile presso la cassa del locale. Un numero considerevole di offerte, di sconti per vari negozi, per le attrezzature sportive del villaggio (tra cui una grande piscina, campi da tennis e da calcio, pista da atletica), per le attrezzature mediche o paramediche (sauna, ginnastica, massaggi) venivano offerti ai giocatori all'atto dell'iscrizione. Nei due giorni dedicati al riposo furono organizzate due gite; una a Baden Baden, con relativa visita al famoso Casinò; la seconda in un villaggio vicino per la visita a un castello degli Hohenzollern.
Una sera, inoltre, il GM Taimanov ha tenuto un concerto (applauditissimo) su uno dei due magnifici "Stainway" a coda eseguendo magistralmente musiche di Chopin, Schubert e Rachmaninoff.
Il torneo prevedeva 11 turni; i premi erano interessanti (4000 DM al primo classificato) e la lotta per i primi posti é stata aspra e combattuta. I giocatori del "maschile" provenivano da ben 24 paesi; naturalmente i tedeschi formavano la maggioranza, ma c'erano rappresentanti di USA, Australia, Nuova Zelanda, Francia, Svizzera, Singapore, Grecia, Danimarca, Olanda, Norvegia, GB, Brasile e naturalmente di molti stati della disciolta URSS. Io, come già due anni fa, ero l'unico italiano.
Giocavano 8 GM (Taimanov, Vasiukov, Lein, Krogius, Unziker, Gurdenidze, Matulovic, Suetin), 13 MI e una pletora di maestri. La classifica finale segnava il trionfo di Vasiukov, il quale terminava a 9 punti senza sconfitte; al secondo e terzo posto Katalimov e Baumgartner con 8,5. Con 8 punti un sestetto: Kasin, Taimanov, Suetin, Lein, Muchin, e Gurgenidze.
Unziker e Krogius, insieme ad altri 8, hanno raggiunto 7,5 punti, mentre il GM Matulovic si è classificato 43mo con 6,5. Questo può dare l'idea della difficoltà del torneo. Io ho raggiunto 5,5 punti (4 vinte, 3 patte 4 perse).
In campo femminile, erano iscritte 24 giocatrici, tra cui un GM e tre WGM, in rappresentanza di otto paesi (Georgia, Danimarca, USA, Olanda, Russia, Kazakistan, Lettonia e naturalmente Germania). Nona Gaprindashvili si è imposta senza problemi con 10,5 su 11 punti! Ha pattato solo con la seconda classificata, l'altra georgiana Khmiadashvili (8 punti). Seguono: Kozlovskaya (8), Ankerst e Zatulovskaja (7,5), Muslimova (7), Gumilevskaia e Abdicasova (6) e via via le altre.
Alla cerimonia di premiazione, svoltasi il 25 novembre alle ore 20, erano presenti le autorità del villaggio (puntualissime!) e naturalmente il signor Renardt Hoffmann, responsabile della "Chess Org", la banda di Bad Liebenzell, nella uniforme di gala, piena di lustrini e medaglie, che ha suonato arie popolari, dando all'avvenimento un simpatico tocco di allegra sagra paesana. Vorrei spendere le ultime parole per ricordare il prezioso e discreto lavoro della gentile e graziosa Cristina Rigo, che ha collaborato all'organizzazione con misura, gentilezza ed eleganza.



Partite


Poli (2455) - Dehmelt (2465 M.I.) (C89)
Corr. 1992-'95 (The Columbus Memorial)
1.e4, e5; 2.Cf3, Cc6; 3.Ab5, a6; 4.Aa4, Cf6; 5.0-0, Ae7; 6.Te1, b5; 7.Ab3, 0-0 8.c3, d5; 9.exd5, e4; 10.dxc6, exf3; 11.d4, fxg2; 12.Ag5, Cd5; 13.Axe7, Cxe7; 14.Df3, Dd6; 15.d5, Cg6; 16.Cd2, Cf4 [16...Ce5; 17.Dg3! +-(Krogius-Macukevic)]; 17.Ce4, Dh6; 18.Tad1, g5?!; 19.d6, cxd6; 20.Txd6, Ae6; 21.Dg3!, Rh8; 22.De3! [con idea 23.Dd4 e 24.Cf6], Dg7; 23.Axe6, Cxe6; 24.Cg3!!, Dg6; 25.De5+, Rg8 [con due varianti:
a) 25...f6; 26.Dxe6, Tae8; 27. Dxe8, Txe8; 28. Txe8+, Dxe8; 29.c7, De1; 30.Rxg2 +-;
b) 25...Dg7; 26.De4, Dg6; 27.Cf5 (con idea 28. De5), Tae8; 28. Dd5, Cc7; 29.Dd4+, f6; 30. Ce7 +-
]
26.Cf5, abb. [Se 26...Tfe8; 27.c7, Tac8; 28.Td8 +-] 1-0
[Note di G. Poli]

Cirabisi - Nurkic (D03)
Genova 1995
1.d4, Cf6; 2.Cf3, g6; 3.Ag5, Ag7; 4.Cbd2, 0-0; 5.c3, d5; 6.e3, c5; 7.Ad3, Cbd7; 8.0-0, Te8; 9.De2, e5?! [Il N. Realizza la spinta tematica, ma si sottopone ad una forte iniziativa del B.]; 10.dxe5, Cxe5; 11.Cxe5, Txe5; 12.f4!, Te8; 13.f5, Dd6 [Cercando di schiodarsi]; 14.Df3, Tf8 [Il punto "f7" era in crisi]; 15.Tf2, Ad7; 16.Taf1, Ac6; 17.Dh3, Tae8; 18. Dh4!, Cd7 [Perdente, ma anche 18...Ce4; 19.Cxe4, dxe4; 20.Ac4 non sembra salvare il N.]; 19.f6, Ah8; 20.Tf3, Ce5; 21.Th3, h5; 22.Ae2, Ad7; 23.Tg3, Db6 [Una mossa vale l'altra, ormai la partita è finita]; 24.Axh5, gxh5 [Abbreviando l'agonia, ma dopo 24...Dxb2; 25.Af4 il B. smonta il punto "g6"]; 25.Dxh5, Cg6; 26.Ah4, abb. [Non si può evitare 27.Txg6+ e matto a seguire] 1-0
[Note di F. Cirabisi]

Godena - Astengo (C01)
Porto S. Giorgio 1995
1.e4, e6; 2.d4, d5; 3.Cc3, Ab4; 4.exd5, exd5; 5.Ad3, Cf6; 6.Ag5, c6; 7.Cge2, Ag4; 8.0-0, 0-0; 9.f3, Ah5; 10.Cf4, Ag6; 11.Cxg6, fxg6; 12.Ce2, Cbd7; 13.c3, Ad6; 14.De1, Dc7; 15.Dh4, h6; 16.Ad2, Tfe8; 17.Tae1, Rf7 ; 18.Ac2, Te7; 19.Cc1, Tae8; 20.Txe7+, Txe7; 21.g3, Db6; 22.Cd3, Ce5; 23.Cxe5+, Txe5; 24.Dh3 1/2

Sula - Romano (D40)
Torneo di Nervi 1996
1.d4, Cf6; 2.c4, g6; 3.Cc3, d5; 4.Cf3, Ag7; 5.Db3, dxc4; 6.Dxc4, 0-0; 7.e4, Ag4; 8.Ae3, Cfd7; 9.Td1, Cc6; 10.Ae2, Cb6; 11.Dc5, Dd6; 12.d5, Ce5; 13.Cxe5, Axe2; 14.Cxe2, Axe5; 15.b3, f5; 16.Dxd6, exd6; 17.exf5, Txf5; 18.0-0, Ag7; 19.Axb6, axb6; 20.Td2, Ta5; 21.T1d1, Ah6; 22.g4, Axd2; 23.gxf5, Txd5; 24.fxg6, hxg6; 25.Rf1, c6; 26.Cg1, Rf7; 27.Cf3, Af4; 28.Txd5, cxd5; 29.Re2, Re6; 30.h3, Ae5; 31.Ce1, Rf5; 32.Rf3, Ac3; 33.Cd3, Ad2; 34.Re2, Ac3; 35.Re3, b5; 36.a3, b6; 37.f4, d4+; 38.Rf3, Ad2; 39.a4, bxa; 40.bxa, Ac3; 41.Cf2, Ad2; 42.Cd3, Ac3; 43.Cc1, Ad2; 44.Ce2, Ac3; 45.Cg3, Re6; 46.Re4, d5+; 47.Rd3, Ab2; 48.h4, Aa1 1/2



ULTIME NOTIZIE

SU PARERE DELLA DIREZIONE TECNICA E SU SUGGERIMENTO DEL SOCIO M. FAZZUOLI, È STATO DECISO DI ORGANIZZARE UN TORNEO CON UNA FORMULA DEL TUTTO NUOVA RISPETTO AL PASSATO: PARTITE CONCORDATE LIBERAMENTE TRA I GIOCATORI, SECONDO UN CALENDARIO STABILITO DA ESSI STESSI, SULLA CADENZA DI 1 ORA PER 20 MOSSE + 30 MINUTI PER TERMINARE (QPF).
SCOPO DELL'INIZIATIVA È QUELLO DI PROMUOVERE IL GIOCO "IN PENSATA", PURTROPPO ABBASTANZA TRASCURATO OGGI NEI CIRCOLI, E DI FAVORIRE LA PARTECIPAZIONE ANCHE DI QUEI SOCI CHE, PER VARI IMPEGNI, NON POSSONO PRENDERE PARTE A TORNEI CON CALENDARI FISSI. L'ISCRIZIONE È GRATUITA. INVITIAMO TUTTI I SOCI A PARTECIPARE NUMEROSI.


Errata Corrige
A causa di un disguido, nella squadra B2, il cui elenco è stato pubblicato nel numero scorso, non appariva il nome del M. Cirabisi.



Redattori: M. Faggiani, M. Parisi, R. Cigliola.